Home » Sport » IL GSPM TORINO CAMPIONE D’ITALIA DI TIRO A SEGNO
Gruppo Sportivo Polizia Municipale di Torino

IL GSPM TORINO CAMPIONE D’ITALIA DI TIRO A SEGNO

di ilTorinese pubblicato mercoledì 18 maggio 2016

polizia municipale sportI tiratori sabaudi hanno monopolizzato la tenzone tricolore svoltasi a Rimini, chiudendo al primo posto in classifica generale con 12 ori, 9 argenti e 6 bronzi

 

Inenarrabile. Non esiste attributo più calzante di questo per definire la mirabolante stagione che sta conducendo il Gruppo Sportivo Polizia Municipale di Torino, che nel fine settimana si è appuntato un altro tricolore sul petto, il quarto in questo strepitoso avvio di 2016: questa volta gli atleti sabaudi si sono imposti a Rimini nel tiro a segno, in occasione della quarantottesima edizione dei campionati italiani ASPMI, che ha registrato l’adesione di 13 città diverse, con 40 partecipanti complessivi. Un successo che rimarca la leadership indiscussa del sodalizio gialloblù in questa disciplina, nella quale ha trionfato già nel 2014 e nel 2015. Un’egemonia del tutto naturale, almeno secondo la storia; infatti, la società di tiro a segno più antica d’Italia venne costituita, per volere di Re Carlo Alberto, proprio nel capoluogo piemontese il 26 giugno 1837, con il nome di “Reale Società del Tiro a Segno”.

***

Il GSPM Torino ha totalizzato globalmente 3343 punti, precedendo il tandem Milano-Rimini (3230), con i padroni di casa che, in qualità di compagine ospitante, hanno cavallerescamente ceduto la medaglia d’argento ai loro omologhi lombardi, “accontentandosi” del bronzo. La conquista dello scudetto, tuttavia, non ha assunto i connotati di una passeggiata di salute; i piemontesi hanno dovuto fare i conti con la concorrenza agguerrita degli altri collettivi e sono serviti 27 podi in totale per consolidare in maniera definitiva il primato nella graduatoria generale. Ha esternato grande felicità Paolo Parecchini, responsabile della rappresentativa torinese di tiro a segno: “Sono davvero soddisfatto, abbiamo raccolto risultati eccellenti, sia in ambito individuale che a squadre. Anche quest’anno abbiamo portato il trofeo a casa, ma al di là dell’esito della competizione desidero sottolineare la qualità dell’accoglienza e dell’organizzazione dei colleghi di Rimini, i quali si sono premurati di ideare alcune iniziative parallele alla tenzone sportiva. Mi riferisco alle visite al castello di Montebello, a Pennabilli (paese d’adozione di Tonino Guerra), alle grotte di Onferno, al centro storico cittadino e al museo archeologico”.  Ricapitolando, per Torino sono arrivate ben 12 medaglie d’oro, 9 d’argento e 6 di bronzo: ecco di seguito tutti i nomi dei “medagliati”.

***

PRIMI CLASSIFICATI: Loredana Tesoro/Annunziata Fresolone (pistola sportiva 2×30 donne); Armando Imondi (carabina libera 3 posizioni 60 colpi uomini, gruppo A); Cristina Bignami (carabina libera a terra, gruppo A); Armando Imondi (carabina a 10 metri 60 colpi, gruppo A); Franco Grandi (pistola automatica uomini, gruppo A); Franco Grandi (pistola grosso calibro uomini, gruppo B); Cristina Bignami/Armando Imondi (carabina libera a terra); Armando Imondi/Gabriele Lamberto (carabina libera 3 posizioni 60 colpi); Cristina Bignami/Armando Imondi (carabina a 10 metri 60 colpi); Loredana Tesoro/Annunziata Fresolone (pistola a 10 metri donne); Franco Grandi (pistola standard 3×20 uomini, gruppo B); Loredana Tesoro (pistola sportiva 2×30 donne, gruppo B).

SECONDI CLASSIFICATI: Franco Grandi/Andrea Scialò (pistola a 10 metri 60 colpi uomini); Gabriele Lamberto (carabina libera 3 posizioni 60 colpi uomini, gruppo A); Cristina Bignami (carabina a 10 metri 60 colpi, gruppo A); Andrea Scialò (pistola libera uomini, gruppo A); Franco Grandi (pistola libera uomini, gruppo B); Andrea Scialò (pistola grosso calibro uomini, gruppo B); Franco Grandi/Andrea Scialò (pistola libera); Annunziata Fresolone (pistola sportiva 2×30 femminile, gruppo B); Annunziata Fresolone (pistola a 10 metri 40 colpi femminile, gruppo B).

TERZI CLASSIFICATI: Franco Grandi/Andrea Scialò (pistola grosso calibro uomini); Armando Imondi (carabina libera a terra, gruppo A); Gabriele Lamberto (carabina a 10 metri 60 colpi, gruppo A); Andrea Scialò (pistola a 10 metri 60 colpi uomini, gruppo A); Franco Grandi (pistola a 10 metri 60 colpi uomini, gruppo B); Loredana Tesoro (pistola a 10 metri 40 colpi femminile, gruppo B).

Leggi qui le altre news: ULTIME NOTIZIE