Home » Sport » IL GIRO DI PAOLA. L’ATLETA RIPETE IL GIRO D’ITALIA PER PROMUOVERE LA SICUREZZA STRADALE
Scopo dell’impresa è portare avanti la campagna di sensibilizzazione già promossa lo scorso anno

IL GIRO DI PAOLA. L’ATLETA RIPETE IL GIRO D’ITALIA PER PROMUOVERE LA SICUREZZA STRADALE

di ilTorinese pubblicato mercoledì 8 maggio 2019

Paola Gianotti è pronta a ripetere il Giro di Paola. Parte il 10 maggio da Bologna: quasi quattromila chilometri in tutta Italia, sulle strade del Giro. Stesse tappe, percorso e difficoltà. Ma un giorno prima, all’insegna della sicurezza stradale

Arrivo il 2 Giugno a Verona. L’atleta eporediese – detentrice di tre Guinness World Record, come donna più veloce ad aver attraversato il mondo in bici, i 48 stati USA ed il Giappone – parte tra pochi giorni da Bologna per percorrere per il secondo anno consecutivo tutte le tappe del Giro d’Italia con un giorno in anticipo rispetto ai professionisti. Scopo dell’impresa è portare avanti la campagna di sensibilizzazione già promossa lo scorso anno sulla sicurezza stradale ideata insieme a Marco Cavorso sul rispetto del ciclista; in molte città italiane non mancano momenti di incontro, per raccontare la sua storia e condividere i valori di tutte le sue iniziative sportive. La campagna “Io rispetto il ciclista” vede il ribaltamento della prospettiva di solito legata a questo tipo di iniziative; sono gli automobilisti stessi, infatti, a sottolineare come siano proprio loro a rispettare i ciclisti, in quanto utenti deboli della strada, tramite l’esposizione dell’adesivo con il nome della campagna sul retro dell’auto. Un segnale chiaro e forte su come si comporta chi guida la macchina, soprattutto in fase di sorpasso del ciclista. “Ho deciso di ripetere il Giro di Paola perché lo scorso anno ho vissuto delle emozioni incredibili e mi sono resa conto di quante persone sentissero proprio il messaggio del rispetto del ciclista. Non ho mai pedalato una tappa da sola perché in tantissimi si sono uniti per accompagnarmi in tutte le tappe. Pedalare sulle strade di casa con tantissimo tifo mi ha fatto capire ancora di più quanto il ciclismo sia uno sport di tutti e il Giro d’Italia sia una vera e propria festa in tutti i comuni dove transita. Quest’anno sono ancora più emozionata perché 3 tappe sono in Piemonte e la quindicesima tappa parte proprio dalla mia Ivrea dove sto organizzando un grande evento con centinaia di ciclisti. Il messaggio più importante che voglio far nuovamente passare è quello della giusta convivenza tra ciclista e automobilista sulla strada perché non credo che un morto ogni 35 ore sulla strada sia ancora accettabile. Per questo negli ultimi mesi insieme a Marco Cavorso e Alessandra Cappellotto dell’ACCPI abbiamo presentato al Ministro Danilo Toninelli la proposta di inserire nel codice stradale il sorpasso di un velocipede ad un metro e mezzo di distanza” Paola si appresta a partire con il suo team: Alessio Lotti, Fabrizio Malisan, Donato Lecci e Silvia Petrini

Leggi qui le altre news: ULTIME NOTIZIE