Home » Cosa succede in città » “Il giro del mondo in 80 tazzine”. Quando il caffè aiuta la ricerca
In occasione del concorso Costadoro si è impegnata a donare 3000 € ai progetti di Ricerca della Fondazione Ricerca Molinette

“Il giro del mondo in 80 tazzine”. Quando il caffè aiuta la ricerca

di ilTorinese pubblicato mercoledì 9 novembre 2016

molinette2Costadoro S.p.A. sostiene la Fondazione Ricerca Molinette ONLUS con un concorso creativo sul tema “Il giro del mondo in 80 tazzine. Un disegno per aiutare la ricerca

Ai partecipanti – pazienti ospedalizzati nel reparto di Osteoncologia al Regina Margherita con un’età dai 4 ai 15 anni – è stata consegnata una scatola contenente un kit per partecipare al concorso e ogni bambino ha presentato un elaborato artistico dando spazio a qualunque tipo di creatività e tecnica: collage, decoupage, disegno, etc… purché rispettasse il tema assegnato ossia immaginare una tazzina in giro per il mondo.

Giovedì 10 novembre alle ore 10 alla presenza della Dott.ssa Fagioli -Direttore di Oncoematologia Pediatrica del Regina Margherita, del Dott. Segre – Presidente della Fondazione, del Dott. Piana – responsabile del gruppo di ricerca, e di Giulio Trombetta AD di Costadoro SpA, verrà decretato il vincitore del progetto, il cui elaborato verrà rappresentato con il nome dell’autore su 6000 latte da 2 kg di caffè Costadoro distribuite in Torino e Provincia, e tutte le opere realizzate verranno esposte in reparto in una mostra collettiva.

In occasione del concorso Costadoro si è impegnata a donare 3000 € ai progetti di Ricerca della Fondazione Ricerca Molinette. In particolare, la donazione verrà utilizzata per sostenere la ricerca in osteoncologia del gruppo seguito dal Dr. Piana. La donazione assegnata coprirà 150 ore di Ricerca.

La Fondazione Ricerca Molinette ONLUS è un ente non profit nato nel 2001 dall’iniziativa congiunta dell’Università degli Studi di Torino e dell’Azienda Ospedaliera “Città della Salute e della Scienza di Torino”. Ogni progetto che la Fondazione si impegna a sostenere nasce da una reale esigenza e da una particolare attenzione ai bisogni espressi dall’ospedale e dai gruppi di ricerca.

 

Leggi qui le altre news: ULTIME NOTIZIE