Home » ECONOMIA E SOCIALE » Il diritto all’autodeterminazione prima di tutto
LA NOTA DI COTA

Il diritto all’autodeterminazione prima di tutto

di ilTorinese pubblicato lunedì 2 ottobre 2017

Le immagini che arrivano da Barcellona devono far riflettere. Se la maggioranza dei cittadini catalani vuole  l’ indipendenza , sarà difficile negargliela . Quello che non è oggi, sarà domani. Va detto anche che il fronte degli indipendentisti è stato rafforzato e viene tuttora alimentato dalle posizioni sbagliate assunte da Madrid. La prima, si è concretizzata nella decisione del Tribunale Costituzionale Spagnolo che nel 2010 ha cancellato alcuni articoli dello Statuto di Autonomia. La seconda ,è stata la decisione del governo di Rajoy di non affrontare politicamente  la questione catalana, anzi di rispondere con la repressione. Negli ultimi anni,  in larga parte anche per questo, è  cresciuto il sentimento identitario dei catalani e la loro ribellione nei confronti  dello stato centralista. Dobbiamo dire forte e chiaro che il referendum è dei catalani e la destra e la sinistra non devono centrare . Anzi, Rajoy con il suo atteggiamento non ha reso certo un bel servizio alla causa del centro-destra in Europa. Il diritto allautodeterminazione viene prima di tutto e le immagini della polizia spagnola che impedisce ai catalani di votare ci fanno sentire tutti catalani.

Roberto Cota