Home » prima pagina » Fuori dall’Osservatorio Torino-Lione. Bagarre per la solidarietà ai no Tav arrestati
La sindaca Appendino ha detto che la decisione di uscire dall'organismo tecnico la rende orgogliosa

Fuori dall’Osservatorio Torino-Lione. Bagarre per la solidarietà ai no Tav arrestati

di ilTorinese pubblicato martedì 6 dicembre 2016

tav 333Come aveva anticipato la sindaca Chiara Appendino, il Consiglio comunale di Torino ha approvato (con 26 voti favorevoli e 6 contrari) la mozione che fa uscire Torino dall’Osservatorio tecnico sulla Torino-Lione.Polemiche da parte dell’opposizione e applausi in aula dalla maggioranza pentastellata.  Intanto  a Palazzo civico un presidio di No Tav, alcuni dei quali provenienti dalla Francia, urlava “sarà dura”, lo slogan del movimento che si oppone all’Alta Velocità (vedi video sulla pagina Facebook de IL TORINESE). Nel corso della discussione  la consigliera di M5S Carlotta Tevere ha espresso solidarietà ai 38 No Tav condannati nel maxi processo per gli scontri del 2011.  Dai banchhi della minoranza le urla “Vergogna”. Per il caos in Sala Rossa  il presidente Fabio Versaci ha dovuto sospendere la seduta e  richiamare i consiglieri al rispetto del regolamento . La sindaca Appendino ha detto che la decisione di uscire dall’organismo tecnico la rende orgogliosa. Anche se si tratta di una scelta puramente simbolica.

(Foto: archivio il Torinese)