Home » CULTURA E SPETTACOLI » Il Certamen Augusteum accreditato alle “Olimpiadi classiche”
Dedicato al princeps romano a cui risale la fondazione della città di Torino

Il Certamen Augusteum accreditato alle “Olimpiadi classiche”

di ilTorinese pubblicato mercoledì 6 marzo 2019

Mercoledì 27 febbraio, presso la sede del Politecnico di Torino Lingotto in Via Nizza, si è svolta l’ VIII edizione del Certamen Augusteum Taurinense, istituito con decreto dell’USR Piemonte – Direzione Generale – nel 2011 e riconosciuto dal MIUR come Certamen accreditato per la partecipazione alle Olimpiadi di lingua e Civiltà classiche

L’iniziativa è aperta agli studenti iscritti al quinto e ultimo anno dei Licei classici, scientifici, linguistici e delle scienze umane, che abbiano conseguito la votazione di almeno 8/10 in latino e in greco allo scrutinio finale dell’anno precedente, e che abbiano riportato la media di almeno 8/10 alla prima valutazione trimestrale/quadrimestrale dell’anno in corso.

Attenti e silenziosi, responsabili e consapevoli, i quaranta studenti provenienti da Torino e Provincia, si sono cimentati nella gara di traduzione, e per tre ore chini sul testo di Plutarco, di Svetonio e sulla prova argomentativa di Civiltà classiche, hanno dimostrato di essere all’altezza della loro preparazione. Nel pomeriggio, gli studenti hanno potuto partecipare alla visita guidata alla cappella del Guarini, grazie alla disponibilità della Direzione dei Beni Culturali.

Il Certamen Augusteum Taurinense agisce in collaborazione con l’Università degli Studi di Torino, i Musei Reali di Torino la Fondazione per la Scuola Compagnia di San Paolo, il Rotary Club di Torino, e ha lo scopo di promuovere le eccellenze e di valorizzare lo studio delle discipline classiche.

In particolare il Certamen Augusteum Taurinense intende favorire e realizzare iniziative scientifiche e culturali riguardanti la vita, gli scritti, la personalità politica di Augusto, il princeps romano a cui risale la fondazione della città di Torino, l’antica Augusta Taurinorum. e intende altresì approfondire la conoscenza della storia antica dell’Italia e della storiografia classica e, più in generale, degli studi classici nella scuola e nel mondo della cultura, in collaborazione con le Istituzioni Scolastiche e le Università.

Parte integrante del Certamen Augusteum è il Colloquium Augusteum, che quest’anno ha avuto come tema: “Il mondo classico e la scienza”. Il Colloquium si è tenuto presso l’aula magna della Cavallerizza Reale, Via Verdi, 8, Torino, venerdì 1 marzo 2019, ore 9-12. Ha aperto i lavori il Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Torino Gianmaria Ajani. Presenti il Dirigente dell’Ufficio Ordinamenti USR Piemonte Tecla Riverso, i relatori Raffaella Tabacco, Università degli Studi del Piemonte Orientale, Fabrizio Cassella, Rettore Università degli Studi della Valle d’Aosta; Renzo Tosi, Università degli Studi di Bologna; Ermanno Malaspina, Università degli Studi di Torino; Marina Marchisio, Università degli Studi di Torino. Era presente in sala Sergio Roda, docente di Storia Romana presso l’Ateneo torinese, membro del Comitato istitutivo del Certamen, e che fin dal 2011 ha ogni anno collaborato alla realizzazione dell’iniziativa. Al termine del Colloquium si è svolta la Cerimonia di premiazione dei vincitori del Certamen Augusteum Taurinense 2019.
Grazie alle collaborazioni sopra indicate, che si sono consolidate negli anni, il Certamen Augusteum ha potuto provvedere ai premi per gli studenti vincitori, distinti per ogni settore (prova di Latino, prova di Greco, prova di Lingue e Civiltà Classiche). Particolarmente generoso a tal proposito il Distretto Rotary Club Torino 2031 (che ha coinvolto il Rotary Club TO 45° parallelo, il Rotary Club TO Sud Est, il Rotary Club TO Superga). I premi in denaro per i vincitori hanno raggiunto la cifra di 800 euro per i primi classificati, 500 euro per i secondi, e 200 euro per i terzi. Oltre al premio in denaro, agli studenti che hanno toccato il podio è stata consegnata una pergamena con menzione di merito. A tutto ciò si è unita una premiazione di singolare raffinatezza: ad ogni studente premiato è stata assegnata una medaglia in ceramica, ideata e realizzata da una giovane artista torinese, Alessia Cagnotto, laureatasi con il massimo dei voti e con lode presso l’Accademia di Belle Arti di Torino. Ogni medaglia, su sfondo bianco, riportava sul recto la mole simbolo della nostra città, la scritta Certamen Augusteum Taurinense 2019, il numero della posizione, e USR Piemonte, sul verso il nome della materia e la data della competizione. Un oggetto non abituale, che, nella delicatezza del materiale e nella eleganza della fattura, ha contraddistinto quest’anno una iniziativa che da anni si pone come un fiore all’occhiello della città subalpina.

Sono risultati vincitori gli studenti: PRIMO PREMIO: Massano Federico, Liceo Lagrangia, VC, Latino; Brusasca Tommaso, Liceo Balbo, Cas. Monferrato, Greco; Beatrici Elisa, Liceo Fossati, Rivoli, Civiltà Classiche. SECONDO PREMIO: Caiano Pietro, Liceo Alfieri, TO, Latino; Malachite Paolo, Liceo Rebora, Rho, Greco; Gervasio Elena, Liceo D’Azeglio, TO, Civiltà Classiche. TERZO PREMIO: Conforta Enrico, Liceo Giolitti Gandino, Bra, Latino; Calamia Alessandro, Liceo Cavour, TO, Greco; Gollo Marta, Liceo Cavour, TO, Civiltà Classiche. Quarto posto,con sola menzione di merito: Gabutti Dario, Liceo Lagrangia, VC, Latino; De Zen Daniela, Liceo Valsalice, TO, Greco; Bertinetto Enrico, Liceo Valsalice, TO, Civlità Classiche.

 

Leggi qui le altre news: ULTIME NOTIZIE