Home » TRIBUNA » I truffatori di oggi: le “ligere” erano un’altra cosa
UN LETTORE CI SCRIVE

I truffatori di oggi: le “ligere” erano un’altra cosa

di ilTorinese pubblicato domenica 22 maggio 2016

Tenuto conto che nel nostro Bel Paese NON vanno in prigione tanti 
assassini, alla fine non dobbiamo stupirci se in giro ci sono balordi e 
truffatori che operano in piena libertà , e sanno di farla franca, o 
subiscono condanne ridicole!  Sovente si tratta di bravi “attori” che 
sanno recitare la loro parte con estrema abilità e freddezza a danno 
delle loro “vittime” che non hanno un minimo sospetto di BANDIERA CARABINIERIquello che sta 
accadendo a loro danno!  Una volta a Torino c’erano le “ligere” 
incalzate dalle forze di polizia, Vigili compresi.  Oggi ci sono altri 
personaggi molto più abili, e molto più organizzati, che sanno tutto  
sulle loro “prede” , e sovente hanno degli informatori sul posto che 
passano le notizie.  A questo punto a cosa serve la legittima difesa 
contro i truffatori?  Nulla!  Forse basterebbe che questi “artisti della 
recita” venissero ben segnalati su giornali e TV, e magari anche 
trattenuti in carcere per un certo periodo, per evitare altre truffe, e 
far capire che la musica è cambiata!

(Foto: il Torinese)

Marbert