Home » ECONOMIA E SOCIALE » I primi 20 anni della Fondazione Sandretto
Giovedì 10 settembre

I primi 20 anni della Fondazione Sandretto

di ilTorinese pubblicato lunedì 7 settembre 2015

SANDRETTO

Sarà l’occasione per inaugurare ben 3 mostre : The man who sat on himself ( L’uomo che si sedeva su se stesso) a cura di Kate Strain, Angelica Sule, Zsusanna Stanitz ; Pierre Michelon.Parole e angurie a cura di Lorenzo Balbi; L’albero della cuccagna.Sebastian Lloyd Rees a cura di Achille Bonito Oliva

 

Giovedì 10 settembre 2015, dalle 18,30 alle 24,si festeggiano i 20 anni della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo. Sarà l’occasione per inaugurare ben 3 mostre : The man who sat on himself ( L’uomo che si sedeva su se stesso) a cura di Kate Strain, Angelica Sule, Zsusanna Stanitz ; Pierre Michelon.Parole e angurie a cura di Lorenzo Balbi; L’albero della cuccagna.Sebastian Lloyd Rees a cura di Achille Bonito Oliva. Tutte e tre le mostre si concluderanno l’11 ottobre 2015. Il 10 settembre si celebrerà un doppio anniversario, e cioè i 15 anni di Club to Club. La serata sarà animata dal dj set del britannico Danny LHarle (al debutto italiano), compositore di classica contemporanea e tra i più affermati produttori pop per la label discografica PC Music. Insieme a Danny LHarle,recentemente protagonista di uno showcase al MoMA di New York, nonché autore del recente remixaggio di Panda Bear degli Animal Collective, ci sarà il soundsystem di Club to Club al completo con Giorgio Valletta e Vaghe Stelle. Questo sarà l’unico appuntamento torinese prima del Festival Club to Club a novembre. Alle ore 20 ci sarà il taglio della torta. A fare gli onori di casa sarà, naturalmente, la Presidente della prestigiosa Fondazione, nata nel 1995, Patrizia Sandretto Re Rebaudengo, che considera tra i suoi principali obiettivi l’attività di sviluppo e promozione dell’arte contemporanea. Lo spazio espositivo di via Modane,16 è divenuto grazie a lei un centro di livello internazionale per lo studio, la sperimentazione e il confronto di artisti, critici,curatori e collezionisti di tutto il mondo.

Helen Alterio