Home » vetrina10 » I fratelli Troubetzkoy e la letteratura
Il 25 novembre conferenza al Brunitoio di Ghiffa

I fratelli Troubetzkoy e la letteratura

di ilTorinese pubblicato martedì 21 novembre 2017
 
Sabato 25 novembre, alle 17,30, la sala esposizioni “Panizza” di Ghiffa ospiterà un nuovo appuntamento letterario a cura dell’Associazione “Il Brunitoio”. Per la precisione si tratta di un doppio evento, con due conferenze incentrate sulla figura dello scultore e pittore Paolo Troubetzkoy e la sua famiglia. La prima conferenza, a cura di Elisabetta Giordani e Gianni Pizzigoni, affronterà il tema ” Paolo Troubetzkoy e i suoi fratelli”, proponendo una riflessione sulla vita e le attività di Luigi e Pierre. Soprattutto di quest’ultimo, eccellente ritrattista e scrittore, verranno analizzate la biografia e alcune opere. La seconda conferenza, con la straordinaria partecipazione di Michail Talalay, storico collaboratore scientifico dell’Accademia Russa delle Scienze e rappresentante dell’Istituto moscovita in Italia, verterà sul rapporto tra ” I fratelli Troubetzkoy e la letteratura”, mettendo in luce un  aspetto inedito del rapporto dei Troubetskoy con la letteratura russa e il romanzo di Pierre “ The Passer – By” dedicato alla moglie Amélie Rives, poetessa e scrittrice americana. Il principe Paolo Troubetskoy nacque in Italia, a Verbania-Intra da padre russo – il diplomatico Pierre –  e madre statunitense, la pianista Ada Winans.  Poliglotta, visse pienamente il periodo della Belle-èpoque, ritraendola nelle sue sculture. Troubetzkoy lavorò e risiedette in Russia (insegnò all’ Accademia Imperiale di Belle Arti di Mosca per nove anni, dal 1897 al 1906), Francia (a Parigi, dove studiò a fondo l’opera di Rodin, e dove nel 1900 vinse il Grand Prix), Inghilterra, Usa (prima a New York nel 1911 e poi, dal 1914, a Hollywood , oltre che in Italia, a Pallanza – sul lago Maggiore –  dove tornò a vivere nel 1932 e morì sei anni dopo. 
 
Marco Travaglini