Home » Brevi di cronaca » I figli dei lavoratori Comital: “Non chiudete la fabbrica”
CONTINUA IL PRESIDIO DI FRONTE AI CANCELLI

I figli dei lavoratori Comital: “Non chiudete la fabbrica”

di ilTorinese pubblicato lunedì 11 settembre 2017

“Scendono in campo” anche bambini degli operai della Comital. Illustrano  le loro paure e le loro speranze nei disegni e nei cartelli che hanno affisso ai cancelli della fabbrica di Volpiano. L’Ansa riporta alcuni dei loro messaggi.  “Vorrei che tutti i lavoratori della Comital tornassero a lavorare. Così sarebbero più felici e anche noi, e non in questo stato di tristezza”. “Mio padre perde il lavoro, io il futuro”.  “Per il mio papà. Spero che torni a lavorare così come tutti gli operai.Ti voglio bene. Non fate chiudere la Comital, fate tornare felici i nostri cuori”. Prosegue intanto 24 ore su 24, da quando il 31 luglio è stata annunciata la chiusura dello stabilimento , il presidio dei 138 lavoratori, per i quali è stata avviata la procedura di licenziamento collettivo per cessazione di attività.

Leggi qui le altre news: ULTIME NOTIZIE