Home » TRIBUNA » “I DOCENTI DI DIRITTO PER L’EDUCAZIONE ALLA LEGALITA'”
14 maggio Spazio MIUR

“I DOCENTI DI DIRITTO PER L’EDUCAZIONE ALLA LEGALITA'”

di ilTorinese pubblicato giovedì 14 aprile 2016

toga tribunaleAPIDGE AL SALONE INTERNAZIONALE DEL LIBRO DI TORINO

                                                    

“I DOCENTI DI DIRITTO PER L’EDUCAZIONE ALLA LEGALITA'” è il filo conduttore dell’evento promosso da APIDGE, Associazione Professionale degli Insegnanti di Discipline Giuridiche ed Economiche, che si terrà sabato 14 maggio 2016, nello stand del MIUR nell’ambito del Salone Internazionale del Libro 2016 a Torino.

Il programma si articola nell’arco dell’intera giornata sul tema della legalità ed in particolare sul contributo che, in vari ambiti, può dare la scuola, con l’apporto specifico e qualificato dei docenti di diritto.

I lavori verranno aperti alle ore 9.30 con i saluti di Fabrizio Manca, direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale del Piemonte e di Oscar Pasquali Capo della Segreteria tecnica del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

A parlare su “I docenti di diritto e di economia nella Buona Scuola” saranno Ezio Sina, presidente APIDGE e il deputato Fabio Lavagno, redattore dell’ordine delgiorno 9/02994 di accompagnamento alla Legge 107 del 2015, accolto come raccomandazione del Governo l’8 luglio 2015, che ne presentano gli obiettivi e le prospettive di attuazione.

Alle ore 10.30 si parlerà di “Legalità e Bullismo”. Dopo l’introduzione di Maria Giovanna Musone, responsabile culturale APIDGE ed il contributo dell’Assessore all’Istruzione della Regione Piemonte, Giovanna Pentenero, ci sarà la proiezione del cortometraggio “Se fosse mio figlio”, alla presenza del regista torinese Roberto Loiacono e degli studenti dell’Istituto Colombatto di Torino a conclusione del progetto scolastico contro il bullismo. A seguire il Procuratore Capo del Tribunale dei Minorenni di Torino, Anna Maria Baldelli interverrà sull’importanza dello studio dei diritto come forma di prevenzione di bullismo e violenza.

“Legalità, ambiente e territorio” è il filo conduttore della sezione che inizia alle ore 11.30 introdotta da Maria Giovanna Musone e da Alessandro Leto, Segretario particolare del Ministro Giannini.

I temi di assoluta attualità della criminalità economica ed ambientale e l’importanza dell’educazione alla legalità ai futuri cittadini attraverso lo studio delle Scienze Giuridiche ed Economiche verranno affrontati da due relatori di primo piano: il giudice Giancarlo Caselli ed il giornalista Sandro Ruotolo.

A partire dalle ore 15.30, infine, si analizzerà il binomio “Legalità e Sicurezza” ed il ruolo che ha la scuola in questo processo di apprendimento.

I lavori verranno coordinati da Massimo Iaretti, responsabile dell’Ufficio Stampa di APIDGE con la partecipazione di Antonio Boccuzzi, componente della Commissione Lavoro della Camera dei Deputati, Fosca Nomis, presidente della Commissione Legalità del Comune di Torino e Cinzia Caggiano Scafidi. Intervengono Massimiliano Quirico, direttore della rivista “Sicurezza e Lavoro” per la sicurezza sui luoghi di lavoro e Francesco Anfossi, capo redattore di “Famiglia Cristiana”, che commenta “Noi Sicuri”, progetto speciale per la sicurezza sulle strade.

Le conclusioni verranno tratte da Alessia Rossa, del Nucleo Nord di Indire, Istituto Nazionale di Documentazione Ricerca Educativa e da Ezio Sina.

 

Che cos’è Apidge ?

L’APIDGE si propone come interlocutore critico e propositivo delle istituzioni per tutti gli aspetti che riguardano la professione docente, partendo dal presupposto che nessun sistema scolastico può raggiungere le sue finalità formative se gli insegnanti, individuati come professionisti responsabili e non come meri esecutori, non sono messi nelle migliori condizioni per svolgere la loro attività di estrema rilevanza sociale.

L’APIDGE intende evidenziare, promuovere e sviluppare, in primo luogo tra i docenti, una cultura e una coscienza professionale contro i pericoli di impiegatizzazione e di riduzione al fatto burocratico dell’attività di insegnamento. Strumento fondamentale per raggiungere pienamente tale scopo è la costituzione di un ORDINE PROFESSIONALE degli insegnanti che divenga parte essenziale dei processi di reclutamento dei docenti e della loro formazione iniziale ed in servizio, che promuova un rigoroso Codice Deontologico-Professionale e che partecipi a pieno titolo nelle varie fasi di valutazione di sistema

L’APIDGE si propone perciò come interprete e portavoce di quel disagio che abbia ragioni coerentemente professionali e come interlocutore con le Istituzioni per tutte le questioni afferenti la FUNZIONE DOCENTE attraverso attività di formazione, di informazione e di confronto attraverso pubblicazioni, eventi, convegni, momenti di dibattito sulle questioni didattico-disciplinari e professionali con tutte le componenti della società e in stretto collegamento con analoghe esperienze a livello europeo

L’APIDGE, in pieno rispetto al sistema dell’autonomia scolastica, ritiene necessario che funzioni e retribuzioni in ambito scolastico siano diversificate contro ogni forma di egualitarismo e appiattimento economico e professionale