Home » Sport » I campionati italiani di Karate Tradizionale
Attese oltre 500 presenze

I campionati italiani di Karate Tradizionale

di ilTorinese pubblicato mercoledì 31 maggio 2017

La Città di Casale Monferrato ospiterà, sabato 10 giugno e domenica 11 giugno prossimi, al Palazzetto dello Sport “Paolo Ferraris”,   la fase finale dei campionati italiani di Karate Tradizionale della Federazione Italiana di Karate Tradizionale (FIKTA), che raccoglie nelle sue fila oltre 500 società, 25.000 iscritti e 1.000 tecnici, che fanno riferimento agli insegnamenti del Maestro Hiroshi Shirai, al cui competente ed appassionato insegnamento si deve lo sviluppo del Karate tradizionale in Italia.

L’Associazione Sportiva Yudanshakai Casale, diretta dal Maestro Valerio Polello, dopo aver organizzato due edizioni dei campionati italiani nel 1999 e nel 2002, una edizione dei campionati europei nel 2009, tre edizioni del Trofeo Topolino e la prima edizione nazionale del Trofeo Kenshin Bobo per bambini e ragazzi, per la terza volta ha ricevuto l’incarico di organizzare i campionati italiani, alla cui organizzazione dell’edizione 2017 daranno il loro fattivo apporto le scuole di karate tradizionale Yudanshakai San Salvatore e Sanyukai Valmacca, dirette dagli allievi del maestro Polello, Emanuele Berrone e Andrea Billitteri. L’iniziativa ha ottenuto il patrocinio del Comune di Casale Monferrato, e costituirà, oltre che un avvenimento sportivo di rilievo nazionale, un’importante occasione di promozione della pratica del karate tradizionale ed un importante richiamo turistico per la città ed il Monferrato, quest’anno insignito del prestigioso riconoscimento di European Community of Sport. Si attendono, per i due giorni di manifestazioni, oltre 500 presenze tra atleti, accompagnatori, arbitri, ufficiali di gara e autorità federali, che avranno modo di visitare la città e conoscere l’ospitalità del territorio casalese e della zona.Per tutta la durata della manifestazione, durante la quale si svolgeranno le finali di kata, kumite, fukugo ed enbu, con 50 categorie di gara, individuali e a squadre, l’ingresso al Palasport Paolo Ferraris è libero e gratuito.

La gara sportiva si svolgerà in due giornate, con inizio dalle ore 9,30 di sabato 10 giugno. Nella prima giornata sono previste le gare, maschili e femminili, di Kata individuale, per le categorie cadetti, speranze, juniores e seniores, di kata a squadre, di fukugo, di kumite individuale della categoria cadetti e di enbu. Di particolare richiamo le finali di ciascuna categoria, che si svolgeranno a partire dalle ore 16. La seconda giornata, domenica 11 giugno, sarà dedicata al Kumite, con lo svolgimento delle prove individuali maschili e femminili per le categorie speranze juniores e seniores, a cui faranno seguito le prove di kumite a squadre. Le finali delle prove individuali sono previste per le ore 12 Il supporto in tutte le fasi della manifestazione sarà curato dai volontari del gruppo di genitori Yudanshakai, la cui indispensabile collaborazione ha sempre garantito la perfetta ed apprezzata riuscita delle manifestazioni casalesi. L’appuntamento di giugno assume un ulteriore particolare significato per la Yudanshakai Casale, in quanto rappresenterà l’occasione per salutare e ringraziare Chiara Polello, l’atleta che quest’anno conclude, per raggiunti limiti di età, una carriera agonistica che l’ha vista protagonista a tutti i livelli, vincitrice di una serie ininterrotta di titoli italiani e culminata nel prestigioso titolo di campionessa del mondo a Davos nel 2004, in un’edizione che aveva registrato la partecipazioni di atleti di 25 nazioni di tutti i continenti. Durante tutta la sua attività agonistica Chiara Polello ha sempre gareggiato come rappresentante della scuola casalese, a cui ha regalato tante emozioni, ed ha testimoniato l’esempio da imitare per tutti i praticanti di karate tradizionale.

Massimo Iaretti