Home » LIFESTYLE » “Hood, with or without?”
dal 24 al 28 ottobre

“Hood, with or without?”

di ilTorinese pubblicato mercoledì 19 ottobre 2016

lusona4“Hood, with or without?”, il titolo curioso e provocatorio della sfilata autunno inverno 2016- ’17 che Alberto Lusona  presenta nel suo Atelier di via Monte di Pietà

Presenta un titolo curioso e anche provocatorio, “Hood, with or without?”, la sfilata in programma da lunedì 24 a venerdì 28 ottobre prossimi nell’atelier dello stilista Alberto Lusona, in via Monte di Pietà 16, in cui la sue creazioni femminili e maschili sfileranno accompagnate dai gioielli di Manu Mara e dagli occhiali Turineyes.

“Ho voluto intendere il cappello – spiega lo stilista – come un capo sportivo, ma anche come uno strumento con cui giocare nelle varie versioni dei montgomery e cappotti, attraverso un uso molto curato dei materiali e delle finiture, come nel caso del tabarro con cappuccio realizzato in velour. Ho utilizzato materiali particolari che mi hanno consentito di trasformare un capolusona2 sportivo, la giacca montgomery, semplicemente con l’uso del neoprene e dello scuba. Mi piace giocare nelle mie creazioni con elementi a contrasto, utilizzando per le giacche anche tagli Chanel accostati a tessuti innovativi, perché amo la sdrammatizzazione nella moda, pur rimanendo assolutamente fedele a un tipo di creazione sartoriale di alta moda, che oggi si va sempre più perdendo”.

“Così nelle varie serate – prosegue Lusona – vedrete sfilare pantaloni lusona3in velluto accostati a giacche Chanel realizzate in ecopelliccia con tecnica crackle’, che risale al Settecento e veniva usata dai pittori francesi per dare alle loro opere un effetto di crepe e screpolature. Oggi viene usata per la stessa ragione e crea un effetto bellissimo. Potrete vedere abiti realizzati in tessuto scuba, che ricorda i materiali subacquei. Un altro materiale che uso molto è il neoprene, che ha tra le sue principali doti l’elasticità, la resistenza al taglio e all’invecchiamento. I colori in cui sono realizzate giacche e abiti in neoprene sono molto innovativi, dal blu copiativo al viola. Non mancheranno creazioni in glicine e giacchelusona realizzate in alpaca con maniche in appiombo”.

Alberto Lusona, nato a Torino e diplomatosi al Liceo artistico nel 1977, successivamente all’Accademia Albertina di Belle Arti nel 1981, vince il concorso a cattedre nel 1983 e entra di ruolo nel 1984, esercitando l’insegnamento fino al 1992. Ottiene la cattedra di Stilismo alla “Original System”, Scuola Internazionale di Moda, a Milano nel 1986 e vi insegna per due anni; dal ’92 al 2001 è professore di Vetrinistica e make up presso l’istituto d’arte Ilda Bianciotto di Torino. Nel suo atelier gli ingredienti fondamentali sono creatività, passione e uso sartoriale dei materiali. Il concetto di alta sartoria è inteso a 360 da uno stilista che ama giocare con forme non convenzionali, mescolando elementi tradizionali, come il mitico stile Chanel, a concetti e materiali altamente innovativi.

 Mara Martellotta

 Per informazioni Tel 3801045666