Home » prima pagina » Manarello rinnova la tradizione
GERLA 1927 / L'ORANGERIE

Manarello rinnova la tradizione

di ilTorinese pubblicato lunedì 27 aprile 2015

GERLA12

GERLA15GERLA21Chi ha provato uno dei piatti del menù di Manarello ha senza dubbio potuto gustare i sapori di stagione esaltati dagli abbinamenti tradizionali e tipici del territorio, ma anche rinnovati dai metodi e da moderne correnti e influenze degli chef più quotati in Europa e nel mondo

 

Che il cuore della città sabauda sia considerato una piccola mecca del gusto e’ risaputo e ridondante tra chi sceglie di farvi visita. Caffè storici che per tenere il passo, perché tutto cambi affinché tutto rimanga uguale, offrono oltre all’atmosfera avvolgente e tipica dei salotti torinesi, anche servizi gastronomici d’eccellenza da gustare a casa propria, e che si avvalgono di professionisti con esperienze nelle cucine degli chef stellati più popolari al mondo per gestire stile e menù dell’altrettanto rinomato ristorante. 

 

È’ il caso di Gerla 1927, che sotto i portici di Corso Vittorio Emanuele II 88 ” nasconde” al piano di sotto il Ristorante L’Orangerie, creato per regalare un clima da neo bistrot con cucina a vista e un’aria lussuosa e fresca. E passa anche dalle cucine francesi la formazione d’altissimo livello dello Chef della casa Antonio Manarello. Giovane e già affermato, vanta un’esperienza nelle cucine internazionali più famose; partendo da Monaco di Baviera, dopo un biennio approda dal re dei ristoratori italiani a Parigi, Claudio Puglia, per scegliere in seguito Londra e destreggiarsi abilmente nella brigata di cucina del temutissimo , famosissimo  e iper stellato Gordon Ramsey e dell’omonimo ristorante .Completa il suo curriculum tra i fornelli dell’anch’egli stellato Marcus Wareing e riesce a lavorare persino accanto al celeberrimo Pierre Gagnaire. 

 

Chi ha provato uno dei piatti del menù di Manarello ha senza dubbio potuto gustare i sapori di stagione esaltati dagli abbinamenti tradizionali e tipici del territorio, ma anche rinnovati dai metodi e da moderne correnti e influenze degli chef più quotati in Europa e nel mondo. Un viaggio per il palato vissuto in una cornice affascinante che racchiude storia, innovazione e tendenza.

 

Antonio Manarello per Gerla 1927 e L’ Orangerie
Corso Vittorio Emanuele II 88 , Torino.

Clelia Ventimiglia

Leggi qui le altre news: ULTIME NOTIZIE