Home » CULTURA E SPETTACOLI » Gridalo forte, anatomia della tifoseria
STORIA DEL TIFO IN ITALIA DALLE ORIGINI AI GIORNI NOSTRI

Gridalo forte, anatomia della tifoseria

di ilTorinese pubblicato venerdì 5 dicembre 2014

libro gridalo forte

Come è cambiato il modo di tifare con l’avvento della tv, delle trasmissioni sportive, delle schedine e delle celeberrime figurine Panini che hanno avvicinato i bambini allo sport

 

Il mondo del tifo é ricco di mille sfaccettature affrontate, nel modo più completo possibile, dall’autore, Flavio Pieranni. Il libro entra il meno possibile nel sociologico, ma va piuttosto a scavare nella storia del tifo, che si intreccia con quella dello sport e dell’Italia in generale. Vengono esaltati più i “pro” che i “contro” della tifoseria, dato che la percentuale di ultras è nettamente inferiore rispetto a quella dei Tifosi.

 

Degli ultras, ci racconta l’autore, si ha notizia a partire dalla fine degli anni ’60 e rappresentano una delle molteplici evoluzioni a cui è andato incontro il tifo nel corso degli anni…Si pensi ad esempio come è cambiato il modo di tifare con l’avvento della tv, delle trasmissioni sportive, delle schedine e delle celeberrime figurine Panini che hanno avvicinato i bambini allo sport.

 

In questo libro non si parla solo di calcio, ma anche di ciclismo e di altri sport come la pallavolo, il tennis etc…Dopo una prima parte dedicata alla cronologia della storia del tifo, l’autore dedica alcuni capitoli extra alla Nazionale, ad alcuni Campioni di vari sport apprezzati in tutto il mondo, alle grandi tragedie che hanno mietuto vittime tra i tifosi (toccanti a questo proposito le testimonianze dei sopravvissuti all’ Heysel) e ad alcuni tifosi particolarmente significativi come Serafino che con la sua voce tenorile animava la tifoseria.

 

Un ulteriore capitolo è stato aggiunto a libro terminato per trattare il caso “Ciro Esposito”.Il libro, che fa parte della collana Unasci (Unione Nazionale Associazioni Sportive Centenarie di Italia, con presidente Bruno Gozzelino), presenta una copertina verde per indicare che si tratta di un volume dedicato all’attualità: le altre quattro categorie portano i colori nero, rosso, blu e giallo per richiamare i colori dei cerchi olimpici.

 

L’idea di un volume dedicato al tifo si deve a Luca Turolla, editore della Bradipolibri, che ha proposto a Flavio Pieranni di occuparsene, visto la sua grande esperienza e passione in materia. Per l’autore, che ha già partecipato alla stesura del “Curiositoro” con Daniele Costelli, Gianpiero Zullo e Davide Antonetti, il lavoro di ricerca è risultato appassionante perché, come si suol dire, “Non conta l’arrivo ma il viaggio”. Nota di riguardo per la prefazione a cura di Francesco Caremani, giornalista e autore di un libro sull’ Heysel.

 

Gridalo forte, di Flavio Pieranni, Edizioni Bradipolibri

 

Chiara Mandich
Maria Ferreri