Home » prima pagina » Gli Agnelli dicono addio a Torino dopo più di un secolo: prima Fca e ora se ne va anche Exor
E' la fine della storia ultracentenaria della famiglia Agnelli sotto la Mole. La società finanziaria del gruppo abbandona l'Italia e va in Olanda

Gli Agnelli dicono addio a Torino dopo più di un secolo: prima Fca e ora se ne va anche Exor

di ilTorinese pubblicato lunedì 25 luglio 2016

lingotto fontanaTorino, addio. E’ la fine della storia ultracentenaria della famiglia Agnelli sotto la Mole. Exor, la società finanziaria del gruppo  abbandona l’Italia annunciando l’arrivo tra  i nuovi azionisti, di Bill Gates e Jacob Rothschild. Dopo l’espatrio di Fca ora Exor va in Olanda,  entro la fine del 2016. Il  Lingotto sostiene che con questa scelta si risponde alleleggi che regolano il gruppo uniformando la holding alle società partecipate. Rispetto a Fca e Cnhi che hanno sede legale ad Amsterdam e  fiscale a Londra,fiat lingotto Exor avrà anche la sede fiscale in Olanda. Cerca di non allarmarsi troppo la sindaca Chiara Appendino: “Esistono delle valutazioni economiche, finanziare e legali a supporto della scelta di Exor di trasferire la sede nei Paesi Bassi, ma sappiamo anche che esistono ulteriori elementi quali la presenza sul territorio e l’identità che devono essere considerati come fattori non secondari. Prendiamo atto delle rassicurazioni sugli investimenti da parte dell’azienda sul territorio torinese, in particolare per FCA e CNH. Noi lavoreremo comunque per rilanciare la vocazione industriale di Torino, agendo con tutti i soggetti coinvolti, affinché il territorio diventi più attrattivo possibile per le imprese”. Sarà. Ma Torino non è più quella di una volta.

 

(foto: il Torinese)