Home » prima pagina » Due giorni ricchi di eventi e preghiera per papa Francesco tra gli “ultimi” di Torino
INCONTRI CON IL MONDO DEL LAVORO E I GIOVANI MA ANCHE CON I DETENUTI DEL FERRANTE APORTI E UNA DELEGAZIONE DI ROM E IMMIGRATI. IMPONENTI MISURE DI SICUREZZA

Due giorni ricchi di eventi e preghiera per papa Francesco tra gli “ultimi” di Torino

di ilTorinese pubblicato mercoledì 17 giugno 2015

francesco 1francesco 2francesco 4Lunedì mattina, la storica visita al Tempio valdese in corso Vittorio, la prima di un capo della Chiesa cattolica

 

“Torino per la visita del papa sarà una chiesa senza mura, una grande basilica all’aperto. Papa Francesco sarà nella nostra città per incontrare tutti i cuori di Torino, una città che coltiva un’anima religiosa profonda”. Così mons. cesare Nosiglia, alla conferenza stampa sulla “due giorni” del pontefice sotto la Mole.

 

Grande attesa e imponenti misure di sicurezza per la visita di papa Francesco. Mentre in arcivescovado è tempo degli ultimi ritocchi all’alloggio che ospiterà il santo padre, in piazza Vittorio (dove si svolgerà la messa domenica, si presume in un bagno di folla) è quasi finito l’allestimento del grande palco. Tra gli appuntamenti più significativi della visita delfrancesco 3 pontefice a Torino anche diversi incontri con le realtà sociali cittadine. Appena Francesco arriverà in città, dall’aeroporto di Caselle, incontrerà domenica mattina in piazzetta reale un’operaia, un agricoltore e un imprenditore. Poi, naturalmente la visita alla Sindone. Alle 13, nella sede vescovile si terrà il pranzo con i detenuti del Ferrante Aporti e con alcuni rom, immigrati e senza fissa dimora. Un appuntamento, questo, particolarmente voluto dal pontefice, data la sua grande attenzione nei confronti degli “ultimi” della società. Nel pomeriggio, al Cottolengo, il papa vedrà i disabili ospitati nella struttura. Alle 18, in piazza Vittorio, il grande Happening degli oratori e dei giovani. Lunedì mattina, la storica visita al Tempio valdese in corso Vittorio, la prima di un papa.

 

(Foto: il Torinese)

 

 

IL PROGRAMMA COMPLETO

 

Domenica 21 giugno

 

  • Ore 8 Arrivo all’aeroporto di Torino Caselle

Il Santo Padre è accolto dall’Arcivescovo mons. Cesare Nosiglia, dal presidente della Regione Sergio Chiamparino, dal prefetto di Torino Paola Basilone, dal sindaco Piero Fassino.

Trasferimento in auto a Piazzetta Reale. In piazza Rebaudengo il Santo Padre sale sull’auto scoperta.

  • Ore 8.30 Piazzetta Reale: Incontro con il mondo del lavoro; saluti di un’operaia, di un agricoltore e di un imprenditore.

Discorso del Santo Padre

Terminato l’incontro, il Santo Padre entra a piedi nella Cattedrale

  • Ore 9.15 In Cattedrale: Preghiera davanti alla Sindone e breve sosta davanti all’altare del Beato Pier Giorgio Frassati.

  • Ore 10 Il Santo Padre lascia la Cattedrale e si reca in Piazza Vittorio

  • Ore 10.45 Piazza Vittorio: Concelebrazione eucaristica; al termine recita dell’Angelus Ringraziamento di S. E. Mons. Cesare Nosiglia, Arcivescovo di Torino.Al termine della celebrazione eucaristica, il Santo Padre raggiunge in auto l’Arcivescovado.

  • Ore 13 In Arcivescovado: pranzo con i giovani detenuti del Carcere minorile “Ferrante Aporti”, alcuni immigrati e senza fissa dimora e una famiglia Rom.

  • Ore 14.30 Il Santo Padre lascia l’Arcivescovado e si reca al Santuario della Consolata

  • Ore 14.40 Santuario della Consolata: Visita e preghiera in privato

  • Ore 14.45 Il Santo Padre esce dal Santuario e si trasferisce alla Basilica di Maria Ausiliatrice

  • Ore 15 Basilica di Maria Ausiliatrice: Incontro con i Salesiani e le Figlie di Maria Ausiliatrice. Sul piazzale antistante la Basilica il Santo Padre saluta i giovani educatori e animatori degli oratori. Discorso del Santo Padre

  • Ore 16 Il Santo Padre raggiunge in auto il Cottolengo

  • Chiesa del Cottolengo: Incontro con gli Ammalati e i Disabili

Discorso del Santo Padre

  • Ore 17.30 Terminato l’incontro con gli Ammalati, il Santo Padre lascia il Cottolengo e si reca in auto in Piazza Vittorio

  • Ore 18 Piazza Vittorio: Incontro con i ragazzi e i giovani. Saluti e domande di alcuni giovani. Discorso del Santo Padre. Concluso l’incontro con i Giovani, il Santo Padre rientra in Arcivescovado

  • Ore 19.30 In Arcivescovado: cena e riposo
      

Lunedì 22 giugno

 

  • Ore 8.45 Il Santo Padre lascia l’Arcivescovado e si trasferisce in auto al Tempio Valdese, in corso Vittorio Emanuele II

  • Ore 9 All’ingresso del Tempio il Santo Padre è accolto dal Pastore Eugenio Bernardini, Moderatore della Tavola Valdese, dal presidente del Concistoro della Chiesa Evangelica Valdese, dal Pastore Paolo Ribet.Nel Tempio Saluto del Pastore Paolo Ribet e del Pastore Eugenio Bernardini. Discorso del Santo Padre. Canto Corale, e preghiera del Padre Nostro. Terminato l’incontro, il Santo Padre si trasferisce nel salone attiguo per incontrare una Delegazione e scambio di doni

  • Ore 10.15 Il Santo Padre lascia la chiesa Valdese e rientra in Arcivescovado. In forma strettamente privata, il Santo Padre incontra alcuni Suoi famigliari; celebra per loro la Santa Messa nella Cappella dell’Arcivescovado e pranza con loro in Arcivescovado

  • Ore 17 Il Santo Padre parte in auto dall’Arcivescovado e raggiunge l’aeroporto di Torino Caselle. Lungo il percorso il Santo Padre in piazza Solferino viene salutato dai giovani dell’Estate Ragazzi.