Home » LIFESTYLE » “Tre giorni per il giardino” con il Fai
IDEATA DA MARELLA AGNELLI

“Tre giorni per il giardino” con il Fai

di ilTorinese pubblicato domenica 26 aprile 2015

fai giardiniI migliori espositori per la prima e più completa mostra-mercato italiana di florovivaismo di qualità al Castello di Masino – Caravino da venerdì 1 a domenica 3 maggio

 

Appuntamento da non perdere al Castello di Masino a Caravino (TO), nel cui parco secolare si svolgerà da venerdì 1 a domenica 3 maggio, dalle ore 10 alle 18, la ventiquattresima edizione della “Tre giorni per il giardino”, mostra-mercato di florovivaismo da anni sinonimo di qualità ed eccellenza, organizzata dal FAI – Fondo Ambiente Italiano sotto l’attenta regia dell’Architetto Paolo Pejrone, fondatore e Presidente dell’Accademia Piemontese del Giardino.Anche quest’anno i numerosissimi esperti, appassionati di fiori e amanti della natura e di un giardinaggio rispettoso delle esigenze ambientali che ogni anno visitano la manifestazione potranno ammirare e acquistare le collezioni e le novità di oltre 160 vivaisti italiani e stranieri accuratamente selezionati, presenti a Masino con il meglio delle loro produzioni.

 

La “Tre giorni”, ideata da Marella Agnelli e Paolo Pejrone nel 1992 sulla base di ambiziosi obiettivi che tuttora caratterizzano l’iniziativa – quali educare il pubblico alla qualità, alla bellezza e alla diversificazione; far incontrare produttori specializzati con giardinieri “dilettanti”; diffondere la cultura del verde; stimolare i vivaisti a migliorarsi e rinnovarsi – è oggi famosa per l’eccezionalità della sua proposta, tanto da essere considerata una delle più importanti e complete esposizioni “verdi” internazionali.Passeggiando per gli stand il pubblico potrà scoprire, in un trionfo di colori e profumi primaverili, nuove e rare meraviglie per il giardino e l’orto e potrà conoscere le moltissime specie floreali e arboree esposte: alberi e arbusti per giardini e terrazzi; piante da frutto e da orto; piante da bacca; piante aromatiche ed erbe medicinali; piante annuali, biennali e perenni da fiore; piante decorative per la foglia; piante acquatiche; piante cactacee e succulente; piante alpine e da roccia; frutti antichi e sementi rare.

 

Tra le novità di quest’anno: nuove varietà di iris rifiorenti, lavandule, rose antiche e moderne inglesi, francesi e americane, nuovi ibridi di clematis, orchidee e rose persiche, frutti antichi e storici adatti alla coltivazione in vaso, Higò – la “camelia dei Samurai” e nuove collezioni di campanule, petunie, agli spontanei, dionaea e tanto altro ancora. Oltre a piante e fiori, in vendita anche cesteria, vasi decorati e sculture; abbigliamento e attrezzi per la cura del verde, piscine naturali, prodotti ornitologici, serre, tessuti, lampade e arredi per esterno, pitture botaniche, voliere per farfalle, mangiatoie per scoiattoli e nidi per insetti utili, complementi per il giardino acquatico, editoria specializzata. In più sarà possibile acquistare frutta, verdura e profumi dell’orto di primavera e altri prodotti biologici.

 

 

Opportunità esclusiva per gli Iscritti FAI:

Giovedì 30 aprile dalle ore 16 alle ore 19 gli Iscritti e chi si iscriverà al FAI avranno la straordinaria possibilità di visitare la “Tre giorni per il giardino” prima dell’apertura al pubblico ufficiale. Un’opportunità unica per vedere gli ultimi preparativi e gli allestimenti finali degli espositori presenti a Masino e di fare acquisti in anteprima.

 

 

fai giardLa visita alla manifestazione sarà resa ancora più piacevole dalla fioritura del cosiddetto “Giardino delle Nuvole” – composto da circa 7.000 piante di candide Spireae Van Houttey donate al FAI da Fondazione Zegna e messe a dimora nove anni fa su progetto di Paolo Pejrone – e dalla visita al settecentesco labirinto di carpini, situato alla fine dell’antico viale di accesso. Inoltre si rinnova anche nel 2015 il gemellaggio tra la “Tre giorni per il giardino” e un grande parco e giardino italiano. Per questa edizione è stata scelta l’Oasi Zegna a Trivero (BI), un territorio protetto esteso 100 km quadrati sulle Alpi biellesi, a poco meno di un’ora dal Castello e Parco di Masino. Già a partire dal 1938 Ermenegildo Zegna, industriale filantropo, immaginò e realizzò attorno all’omonimo Lanificio di Trivero un’imponente opera di valorizzazione che portò alla realizzazione di una strada lunga 36 km – ancora oggi Panoramica Zegna – e numerose opere sociali e ambientali come la messa a dimora di oltre 500.000 conifere e centinaia e centinaia di rododendri e ortensie. Dal 1993 questo patrimonio culturale e ambientale è l’Oasi Zegna, un progetto unico nel suo genere che favorisce e sviluppa la tutela della natura e il rispetto delle tradizioni locali nelle “terre alte” e promuove un turismo ecosostenibile di qualità. Per queste caratteristiche nel 2014 l’Oasi Zegna ha ricevuto, unico caso in Italia, il patrocinio del FAI e quest’anno è gemellata con la “Tre giorni per il giardino” a Masino, dove organizzerà speciali laboratori per bambini sul tema dell’orto e lezioni per adulti sull’impiego in cucina dei fiori, oltre a una conferenza tenuta da Marco Nieri, esperto di Forest Bathing, antica pratica orientale molto diffusa in Giappone che consiste nel camminare e sostare nel bosco per “godere” della natura in tutta la sua vivace biodiversità, riducendo lo stress e ritrovando il benessere psico-fisico, importata – unico caso in Europa – nei boschi dell’Oasi Zegna. Nell’ambito del gemellaggio con la “Tre giorni” sabato 16 e domenica 17 maggio tutti i visitatori della manifestazione del FAI sono invitati all’Oasi Zegna per continuare l’immersione nella natura e nelle affascinanti e colorate fioriture, grazie a una speciale escursione guidata nella splendida Conca dei rododendri e all’inaugurazione della mostra “Flower Landscapes. Fiori, tessuti, ricette” (info www.oasizegna.com).

 

Nei giorni di manifestazione verranno inoltre organizzati a Masino interessanti incontri e presentazioni di libri sul tema dei giardini e della cura del verde, secondo il seguente programma:

 

–    venerdì 1 maggio alle ore 10.30 Enrica Melossi e Umberta Lerner presenteranno il libro “Buon Gardening” di Simonetta Chiarugi (Edizioni Mondadori Electa) alla presenza dell’autrice; alle ore 11.30 intervento di Marco Nieri per Oasi Zegna su “FOREST BATHING – Immergiti. Respira. Rigenerati.”, modera l’Arch. Paolo Pejrone; ore 14.30  Anna Peyron e Paolo Pejrone parleranno alla presenza dell’autrice il libro “Rose Banksiae” di Nicoletta Campanella, primo volume della collana “La vie en Roses” (Nicla Edizioni); alle ore 15.30 Daniele Mongera e Caterina Gromis di Prana presenteranno il volume “Le mie peonie” di Giovanni Buffa (Edizione Maestri di Giardino) alla presenza dell’autore.

–    sabato 2 maggio alle ore 12.30 Daniele Mongera presenterà i libri “Nativa dei prati” di Elisa Tomat e “Le vie dei campi” di Anna Kauber (Edizione Maestri di Giardino); alle ore 14.00 Camilla Zanarotti presenterà il suo libro “I giardini delle Ville Venete” con foto di Dario Fusaro (Sivana Editore).

–    domenica 3 maggio alle ore 13.00  Rosanna Castrini presenterà il libro “Floricoltura Italiana – Storie, uomini, aziende” curato da Arturo Croci e Giovanni Serra (Edizione Mursia).

 

Laboratori per grandi e piccini:

Sabato 2 maggio, alle ore 10.30, 12.00, 14.30, 15.30 e 16.30, l’esperta di tradizioni e sapori tipici Mina Novello terrà interessanti lezioni sull’impiego in cucina dei fiori dell’Oasi Zegna, dal timo alla borragine, dai fiori di sambuco a quelli dell’aglio selvatico.

Venerdì 1 e domenica 3 maggio in programma laboratori didattici sul tema dell’orto a cura di Oasi Zegna grazie ai quali i bambini impareranno a travasare una piantina di basilico rosso nel proprio vasetto personalizzato e a fare a casa una gustosa ricetta per  impiegare in cucina ciò che la natura offre. Inoltre sabato 2 e domenica 3 maggio, alle ore 10.00, 11.00, 15.00 e 16.00, verranno organizzati divertenti laboratori ludico-didattici dal titolo “Con le mani nella terra, i piccoli giardinieri crescono”, tenuti dall’esperta di didattica orticola Nadia Nicoletti. Inoltre domenica 3 maggio, alle ore 14.00 verrà proposto un laboratorio dal titolo “Come riciclare i rifiuti” a cura di ORTO ETICO.Sarà inoltre possibile effettuare visite guidate agli splendidi interni del Castello a cura degli studenti e dei docenti dell’Istituto di Istruzione Superiore “Piero Martinetti” di Caluso.

 

Con il Patrocinio di Regione Piemonte, Provincia di Torino e Comune di Caravino.Il calendario “Eventi nei Beni del FAI 2015”, è reso possibile grazie al significativo sostegno e all’energia di GDF SUEZ, dal 2011 sostenitore del FAI,  al prezioso contributo di PIRELLI che rinnova la consolidata amicizia con la Fondazione e Cedral Tassoni, marchio storico italiano che per il quarto anno consecutivo ha deciso di abbinare la tradizione, la storia e la naturalità del suo prodotto al FAI. Grazie anche a Andreas STIHL, sponsor delle manifestazioni “verdi” organizzate nei Beni del FAI.

 

Orario:

Da venerdì 1 a domenica 3 maggio: dalle ore 10 alle 18.

Anteprima speciale per gli Iscritti FAI e per chi si iscriverà giovedì 30 aprile dalle ore 16 alle 19.

 

Ingresso:

Biglietto per la sola manifestazione: Adulti € 9,00; Ragazzi (4-14 anni) € 5,00; Iscritti FAI 4,00; Residenti gratuito.

Biglietto cumulativo manifestazione + visita al Castello: Adulti € 15,00; Ragazzi (4-14 anni) € 7,00; Iscritti FAI € 4,00; Residenti gratuito.

Parcheggio interno alla manifestazione: 2 € fino a esaurimento postiAltri parcheggi esterni: gratuiti

Anteprima speciale per gli Iscritti FAI: Per gli Iscritti e per chi si iscriverà al FAI ingresso gratuito riservato giovedì 30 aprile dalle ore 16 alle 19.

 

Aree di ristoro:

Area attrezzata per ristorazione, adiacente alla mostra, con piatti caldi, menu tipici della tradizione canavesana.

-“Ristorante del Castello” presso il Salone Marchesa Vittoria, con menu stagionale (prenotazioni 335.5204114).

Per informazioni: FAI – Castello di Masino, tel. 0125-778100; faimasino@fondoambiente.it

Per maggiori informazioni sul FAI: www.fondoambiente.it