Home » CULTURA E SPETTACOLI » Giocattoli sfioriti
Ulisse si salvò chiamandosi Nessuno

Giocattoli sfioriti

di ilTorinese pubblicato martedì 11 aprile 2017

Le poesie di Alessia Savoini

 

Via Roma è una sfilata tra volti spenti

di sagome portavoci di un’epoca

Assenza e posa

Vengono vestiti, svestiti della loro nudità

Non disegnano le bocche per non udirli pronunziare

Le parrucche 

Di fantocci addormentati

Giocan su sé stessi 

Seguendo nuovi passi

Sui manichini

In via Roma

A giudicar passanti.