Home » TRIBUNA » Gilberto Pichetto: “Noi avevamo lasciato la sanità in pareggio”
LA DISFIDA DELLA SANITA'

Gilberto Pichetto: “Noi avevamo lasciato la sanità in pareggio”

di ilTorinese pubblicato giovedì 7 agosto 2014

consiglio X 1“Ora con maggiori trasferimenti l’assessore Saitta è già in difficoltà nel far quadrare i conti”

 

“Nel 2013, con minori trasferimenti, abbiamo lasciato un bilancio sanitario in pareggio. Ora con maggiori trasferimenti l’assessore alla sanità è già in difficoltà nel far quadrare i conti. Auguri ai piemontesi”. A sostenerlo Gilberto Pichetto, capogruppo di Forza Italia in Regione Piemonte, commentando le dichiarazioni del neo assessore alla Sanità Antonio Saitta. “Credo che il dato economico in passivo del 2014 sia quello più stridente con l’arrivo della nuova Giunta – spiega l’esponente azzurro -. Le lancette dell’orologio tornano indietro di 4 anni quando la spesa sanitaria era fuori controllo. Una scelta che dilapiderà in breve tutti i sacrifici compiuti responsabilmente dal centrodestra e che hanno permesso l’approvazione del piano di rientro”.
“Entrando nel merito delle idee espresse mi pare evidente – conclude Pichetto – una posizione fortemente ideologica e centralista da parte della nuova Giunta che porterà a peggiori servizi e ad un conto molto più salato per i piemontesi. Faccio veramente i miei auguri alla nuova squadra di governo piemontese che rottama una buona riforma per tornare ad un modello di sanità che contribuì alla sconfitta elettorale della Bresso e al rischiato default della Regione Piemonte”.