Home » TRIBUNA » Fratelli d’Italia: “Follia 30 mila euro per due feste in Borgo Vittoria”
VERSO LE ELEZIONI

Fratelli d’Italia: “Follia 30 mila euro per due feste in Borgo Vittoria”

di ilTorinese pubblicato venerdì 27 novembre 2015

marrone fnMARRONE/LEOTTA: BORGO VITTORIA QUARTIERE IN GINOCCHIO
 
Alla Circoscrizione 5 l’opposizione è sul piede di guerra dopo la presentazione da parte del Presidente Rocco Florio di due progetti di feste di via nei quartieri di Borgo Vittoria e Madonna di Campagna. Fabrizio Leotta, consigliere circoscrizionale di Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale, spiega:  <<  nulla da eccepire sulla possibilità di pianificare iniziative che valorizzino Via Borgaro, Via Coppino e Via Chiesa della Salute in vista del Natale, se non fosse che la Giunta prevede una spesa da parte della Circoscrizione 5 di ben 30.000 euro da destinare alle associazioni per delle feste di via a cui solo pochi mesi fa era stato ipotizzato un budget di poco superiore ai 1.000 euro. In considerazione delle oltre 450 buche censite sulle strade del quartiere e il pressoché totale stato di abbandono in cui versa il commercio di prossimità, anche per il 2015 sarebbe più opportuno limitarsi alle sole luci di Natale anziché pensare a cornamuse, addobbi e il noleggio di 14 pini veri. Il PD sembra l’orchestra del Titanic, con la differenza che in questi anni avrebbe dovuto governare>>Maurizio Marrone, capogruppo di FDI-AN al Comune di Torino e alla Regione Piemonte, aggiunge <<a pochi mesi dalle elezioni, l’amministrazione riesce a trovare risorse che fino a pochi mesi fa erano impensabili, evidentemente al Comune vogliono pulirsi la coscienza dopo aver ceduto intere aree urbane ai palazzinari e ai centri commerciali con gli oneri di urbanizzazione. Ma da via Borgaro a via Chiesa della Salute, i negozianti non hanno l’anello al naso e sapere di pagare le aliquote fiscali più alte d’Italia per queste costose, sporadiche e discutibili iniziative di certo non li rincuora e non risolve il dramma di un quartiere in ginocchio>>.

Leggi qui le altre news: ULTIME NOTIZIE