Home » CULTURA E SPETTACOLI » Foto d’autore per scoprire l’ospitalità pugliese
“Masserie 2”

Foto d’autore per scoprire l’ospitalità pugliese

di ilTorinese pubblicato martedì 29 dicembre 2015

Il volume, a cura di Adriano Bacchella, Adarte editore, è stato presentato a Torino, a Eataly Lingotto 

 

goria4Sono foto d’autore quelle che vi guidano alla scoperta dell’ospitalità pugliese – “rigorosamente” di charme- nel volume “Masserie 2”, a cura di Adriano Bacchella, Adarte editore, che è stato presentato a Torino martedì 1 dicembre, a Eataly Lingotto .

 

Si può sfogliarlo come splendido libro fotografico grazie alle immagini di Adriano Bacchella, leggerlo come incantevole viaggio narrato dal giornalista Franco Faggiani, oppure usarlo come guida per scegliere mete di vacanza uniche. E la prefazione di Renzo Arbore -pugliese doc che non tradisce le sue origini foggiane- è il biglietto da visita perfetto per sottolineare la magia di quella terra.

 

Dopo i  successi di “Divino abitare”, “Camera con vigna” e “Mediterraneo interiore” -tutti dedicati all’ospitalità di charme in Italia- ora Bacchella ritorna con un sequel sull’amata Puglia (nel 2009 il primo volume di “Masserie”) e svela oltre 20 nuove mete d’incanto. Le sue immagini e i testi di Faggiani raccontano di luoghi sospesi tra antiche tradizioni contadine e tutti i confort dell’ospitalità più moderna, tra mare e oliveti, grande tradizione enogastronomia, coltivazioni biologiche e passeggiate alla scoperta di borghi suggestivi o piacevoli pause a bordo piscina. Il denominatore comune di tutte le masserie del libro è un’ospitalità fatta di piccole-grandi attenzioni che trasformano la vacanza in oasi di pace in cui sentirsi un po’  come in una casa di famiglia. 

 

Il volume è anche un tassello importante nella storia (non solo professionale) di Bacchella. Nel 1981, poco più che ventenne, fu mandato in Pugliamasserie 3 dalle Guide illustrate dell’Espresso a fotografare  paesaggi, borgate e monumenti lontani dalle rotte turistiche. Da quell’avventura, pioneristica per l’epoca, in una terra che sembrava tanto lontana ed era ancora incontaminata dal turismo di massa, è nato il suo amore per la regione. In Puglia è tornato più volte raccontando con crescente abilità  fotografica luoghi in parte scoperti per caso, in parte segnalati da altri. Dai suoi primi reportage nel 1987 per la rivista “Meridiani” è stato testimone dell’evoluzione di molte strutture che include nel libro, testimoniando con bellissime foto di lifestyle, come nel tempo siano state capaci di aggiungere charme, senza mai perdere le loro radici arcaiche e il legame profondo con la terra, le tradizioni e i prodotti tipici.

 

Oggi molte di queste masserie utilizzano energia pulita grazie a pannelli fotovoltaici, coltivano rigorosamente bio ed hanno anche veste didattica con corsi di cucina in cui gli ospiti imparano antichi segreti. Poi c’è il carattere delle persone  che conquista; perché da quelle parti il dna più diffuso trasmette gentilezza, accoglienza e grande senso  dell’ospitalità. Le immagini  di Bacchella sono ispirate da tutto questo e confermano come le masserie, oggi uno dei simboli della Puglia, siano perfettamente in grado di attirare ed accogliere ospiti da tutto il mondo, tenendo ben alta la bandiera dell’Italian

lifestyle.

 Laura Goria

 

Martedì 1 dicembre 2015-11-26 Eataly Lingotto h.19 Sala Punt&Mes- primo piano – Via Nizza 230/14 Torino: Presentazione di “Masserie 2: ospitalità  di charme in Puglia” a cura di Adriano Bacchella, testi di Franco Faggiani, prefazione di Renzo Arbore, immagini di Adriano Bacchella. Editore Adarte, Euro 49,00.