Home » Brevi di cronaca » Foodora, la protesta corre su due ruote
"I nostri contratti sono al limite del legale"

Foodora, la protesta corre su due ruote

di ilTorinese pubblicato mercoledì 12 ottobre 2016

foodoraContinuano le proteste dei ciclisti  di Foodora, i giovani che consegnano il cibo a domicilio. Ieri una delegazione di sette ragazzi è stata  in collegamento in conference call con l’amministratore delegato di Foodora Italia, Gianluca Cocco. “I nostri contratti  sono al limite del legale, con una retribuzione pari a poco più di 2 euro per consegna, ben al di sotto dei standard di retribuzione nazionali e  internazionali. ora basta”, dicono i riders in divisa rosa.