Home » prima pagina » Fiat, contratto aziendale al ribasso per 86 mila lavoratori
IL LINGOTTO HA EMESSO UN BOND DI 8 ANNI DA 850 MILIONI DI EURO. E IL 1° AGOSTO NASCE FCA

Fiat, contratto aziendale al ribasso per 86 mila lavoratori

di ilTorinese pubblicato venerdì 11 luglio 2014

fiat cancello logoNon si parla dei 300 euro una tantum richiesti ma, probabilmente, di circa 250 lordi. Ma la sostanza è un’altra: rispetto alle altre aziende del settore, per il 2014 gli aumenti che Fiat applicherà sono inferiori

 

 

I sindacati avevano chiesto per gli 86 mila dipendenti del gruppo Fiat 300 euro una tantum. Su tale cifra si erano arenate le trattative con l’azienda e le tensioni erano cresciute fino al gesto di stizza (poi rientrato) da parte di Sergio Marchionne che aveva sospeso gli straordinari e bloccato il trasferimento di 500 lavoratori dalle officine di Mirafiori verso Maserati.

 

Il clima ora è cambiato e oggi – salvo colpi di scena dell’ultimo minuto – all’Unione industriale verrà siglato l’accordo per il nuovo contartto. Non si parla dei 300 euro richiesti ma, probabilmente, di circa 250 lordi. Ma la sostanza è un’altra: rispetto alle altre aziende del settore, per il 2014 gli aumenti che Fiat applicherà sono inferiori.

 

I sindacati si sono trovati di fronte al classico dilemma di “prendere o lasciare”. Fiat, del resto, aveva già fatto sapere che, data la situazione di crisi generalizzata, non avrebbe potuto tirar fuori somme elevate. Con l’accordo che si dovrebbe raggiungere oggi, tutto sommato, l’esborso dalle casse aziendali sarà limitato.

 

Nel frattempo il Lingotto ha annunciato l’emissione di un bond della durata di 8 anni per il valore di 850 milioni di euro, mentre procede a ritmi serrati il percorso per la quotazione di Fca ala Borsa di New York.  E il primo di agosto nasc erà ufficialmente Fiat Chrysler Automobiles.

 

Ci saranno ricadute positive per l’Italia? Recentemente il presidente di Fiat, John Elkann, ha fatto intendere che anche gli stabilimenti italiani saranno valorizzati dal piano industriale aziendale. Chissà.

 

(Foto: il Torinese)