Home » prima pagina » Il Fassino-bis riparte dalle periferie urbane: “Abbiamo da fare ancora tante cose per la città”
Mentre il centrodestra pare ormai orientato a candidare il notaio Alberto Morano i grillini - temutissimi dal Pd - hanno già iniziato la campagna nei mercati torinesi per la candidata Chiara Appendino

Il Fassino-bis riparte dalle periferie urbane: “Abbiamo da fare ancora tante cose per la città”

di ilTorinese pubblicato domenica 13 dicembre 2015

fassino 33comune palazzo civico Secondo il sindaco nessuna candidatura “è scontata”. Una frecciata ai “rossi” di Airaudo: “la sinistra dovrebbe essere compatta”

 

Il sindaco Piero Fassino ci riprova e per presentare la sua ricandidatura ha scelto la ex Incet, la storica fabbrica di cavi di via Cigna, in Barriera di Milano, recuperata grazie al progetto Urban. in tutto quasi 70 mila metri quadrati riqualificati.

 

 “Mi ricandido per confermare il mio impegno. Il cambiamento di Torino è già partito  ma abbiamo ancora  tante cose da fare”, ha detto il sindaco, secondo il quale nessuna candidatura “è scontata”. Una frecciata ai “rossi” di Airaudo: “la sinistra dovrebbe essere compatta”.

 

Nel programma del primo cittadino le periferie avranno un posto di primo piano:  “la trasformazione sarà concentrata qui: via Cigna era un’infilata di fabbriche, ora è piena di negozi, uffici e musei. La linea 2 della metro e la variante 200 rappresenteranno il cuore della trasformazione”. E aggiunge: “Non basta denunciare la crisi, ma bisogna sfidarla e superarla, non si può aspettare”.

 

Soddisfatto il governatore Sergio Chiamparino, che dice :”La ricandidatura di Piero Fassino alla guida della città è un’ottima notizia che mi aspettavo. Torino, in questi cinque anni, è migliorata in tutti gli aspetti della vita quotidiana, dall’organizzazione dei servizi all’attenzione verso i cittadini, e in particolare risalta il vero e proprio balzo in avanti compiuto sul piano dell’attrattività turistica e dell’organizzazione culturale. La continuità nella guida della città rappresenta d’altronde anche una garanzia per il rafforzamento di tutto il Piemonte sul piano nazionale e internazionale. Nelle forme che riterrà opportune sarò ovviamente al fianco di Piero nella campagna elettorale.”

 

Mentre il centrodestra pare ormai orientato a candidare il notaio Alberto Morano i grillini – temutissimi dal Pd – hanno già iniziato la campagna nei mercati torinesi per la candidata Chiara Appendino.

 

 (Foto: il Torinese)