Home » ECONOMIA E SOCIALE » Extraterrestri in arrivo? Hanno bisogno di un’ambasciata in Italia
PROPOSTA DEL MOVIMENTO RAELIANO

Extraterrestri in arrivo? Hanno bisogno di un’ambasciata in Italia

di ilTorinese pubblicato venerdì 24 luglio 2015

Il dossier completo relativo alla richiesta ufficiale per la costruzione della sede diplomatica degli Elohim è stato inoltrato allo Stato Italiano presso la sede del Ministero degli Esteri – Ufficio del Cerimoniale Diplomatico. Di qui la richiesta ai parlamentari di sostenere il progetto e venga concesso il terreno per la costruzione della futura ambasciata con tanto i extraterritorialità per il terreno e di garanzia della neutralità dello spazio aereo

 

raelC’è un collegamento tra l’annuncio dato dalla Nasa della scoperta di un pianeta gemello della Terra (già battezzato Terra bis ma per il mondo scientifico è Kepler 452B) e la richiesta fatta dall’assistente di Rael per il progetto di costruzione dell’Ambasciata degli Elohim ? Non è fantascienza, ma sono soltanto due fatti slegati che il caso mette uno accanto all’altro. Il 13 luglio scorso tal assistente di Rael  per i progetto di costruzione dell’Ambasciata degli Elohim ha inviato una lettera a tutti i gruppi parlamentari per un progetto che, si cita letteralmente “Consiste nella costruzione di una Ambasciata senza precedenti, che servirà ad accogliere i massimi rappresentanti di una civiltà extraterrestre. Si tratta degli stessi scienziati ed artisti che, migliaia di anni fa, crearono ogni forma di vita sulla Terra e la cui opera è descritta in tutti gli antichi testi religiosi. In particolare nella Genesi biblica sono descritti con l’antica parola ebraica Elohim, un plurale che significa “coloro che sono venuti dal cielo”.

 

Fin qui parrebbe uno scherzo, conseguenza di un colpo di caldo (e date le temperature elevate in tutta Italia di questi giorni si potrebbe pensarlo) ma la missiva informa che sin dal 1 aprile scorso il dossier completo relativo alla richiesta ufficiale per la costruzione dell’Ambasciata degli Elohim è stato inoltrato allo Stato Italiano presso la sede del Ministero degli Esteri – Ufficio del Cerimoniale Diplomatico. Di qui la richiesta ai parlamentari di sostenere il progetto e che venga concesso il terreno per la costruzione della futura ambasciata con tanto di extraterritorialità per il terreno e di garanzia della neutralità dello spazio aereo ! A prescindere da ogni considerazione nel merito (non è né nostra intenzione, né nostra competenza) ecco chi sono gli estensori della missiva e quale linea di pensiero si richiamano:

 

Il Movimento raeliano viene fondato da Claude Vorilhon, rinominatosi Raël nel 1973. Secondo il suo stesso racconto, Vorilhon sarebbe stato contattato da un rappresentante di una civiltà extraterrestre, gli elohim, il 13 dicembre 1973, nel cratere di un vulcano spento vicino a Clermont-Ferrand, nella Francia centrale. Seguendo quelle che lui afferma essere istruzioni rivelate ha fondato il Movimento raeliano, che dichiara di possedere circa novantamila membri sparsi in almeno ottantaquattro diversi stati. Il numero maggiore di affiliati si riscontra in Francia, Giappone, Canada (specialmente Quebec) e Stati Uniti (specialmente Florida). Il Movimento diffonde il suo messaggio attraverso i libri di Rael, le assemblee raeliane, e il suo sito internet.

 

Massimo Iaretti