Home » LIFESTYLE » Ex Moi verso la rinascita
DAI FASTI OLIMPICI AL DEGRADO

Ex Moi verso la rinascita

di ilTorinese pubblicato martedì 20 gennaio 2015

moi2moi1

 

Nelle giornate del 14 e 15 gennaio si sono tenute in Comune le riunioni della I e della II Commissione e la Conferenza dei Capigruppo per discutere la sorte dell’ ex Moi

 

L’area degli ex Mercati Generali, com’è noto, è stata oggetto nel 2006 di riqualifica in occasione delle Olimpiadi Invernali, ed è poi andata incontro al degrado negli anni seguenti, trascinando l’intero quartiere di Borgo Filadelfia con sé. Più volte i residenti hanno lamentato il senso di abbandono da parte delle istituzioni competenti, e si sono confrontati con realtà difficili quali, ad esempio, l’occupazione di alcune delle palazzine da parte di qualche centinaio di immigrati. Persino Paratissima, manifestazione che aveva portato una ventata di aria fresca nel quartiere negli anni passati, ha dovuto issare bandiera bianca di fronte al crescente stato di degrado dell’area e cercare una nuova sistemazione. Era quindi stata accolta con entusiasmo la notizia di un bando di concessione delle arcate dell’ex Moi a partire dal luglio del 2014, bando che però attualmente è stato sospeso.

 

E, per una volta, per ottime ragioni: l’Università di Torino ed il Politecnico hanno infatti promosso una manifestazione di interesse per istituire nel complesso un polo di ricerca scientifica, e la proposta è parsa molto interessante sia al Comune che alle altre parti interessate. Il progetto in esame prevede nel dettaglio  la realizzazione di un centro di aggregazione multidisciplinare per lo studio delle scienze della vita, di aree congressi e l’allocazione del MAP, ovvero il Centro Museo Archivio del Politecnico di Torino. Interessante la vicinanza con la sede della Cittadella della Salute, che secondo le previsioni dovrebbe sorgere nei pressi del nuovo Palazzo della Regione, a poca distanza dal Moi. Sicuramente, se entrambi i progetti andranno in porto, la collaborazione tra queste due realtà porterà benefici sia al quartiere di Borgo Filadelfia, che andrà finalmente incontro ad una “rinascita”, sia all’intera cittadinanza. E nel caso in cui la proposta di Università e Politecnico non incontrasse il favore delle parti in gioco?

 

In tal caso si ripartirebbe dal bando di concessione datato luglio 2014, spiegano gli Assessori Stefano Lo Russo e Gianguido Passoni. Giorgio Rizzuto, presidente della Circoscrizione 9, esprime in merito cauto ottimismo: “ Sono contento si sia fatta chiarezza sui possibili iter”, dichiara. E lo stesso sentimento nutre nei confronti dell’altro grande problema che coinvolge l’area dell’ex Moi, ovvero la questione delle palazzine occupate: è infatti recente la disposizione di sequestro giudiziario emessa dal Tribunale di Torino, che culminerà in primavera nello sgombero degli edifici. “ Il Comune deve gestire la questione del degrado di Borgo Filadelfia: quella dei profughi è solo l’ultima di una serie di trascuratezze e di leggerezze post olimpiche, e lo sgombero è un fatto da cui non si può prescindere. E’ ora che i cittadini vengano ascoltati”, dichiara Rizzuto. Non resta quindi che attendere gli sviluppi che avranno luogo nei prossimi mesi, sperando siano positivi.

 

 (Foto: il Torinese)

                                                                                                                                                                                                                                         Chiara Mandich

Maria Ferreri