Home » prima pagina » Emergenza migranti, in Piemonte altri 1300 profughi. Ma per la prefettura non c’è più posto
LA SITUAZIONE PREOCCUPA: IL RIFIUTO DI PAESI COME FRANCIA E AUSTRIA A RICEVERE MIGRANTI CREERA' ALTRI ARRIVI IN ITALIA

Emergenza migranti, in Piemonte altri 1300 profughi. Ma per la prefettura non c’è più posto

di ilTorinese pubblicato domenica 12 luglio 2015

La Regione invita i sindaci ad ospitare i nuovi arrivi

profughi_protestaSono stati assegnati al Piemonte altri 1300 migranti. Dopo la precedente ondata di un paio di settimane fa il ministero comunica al prefetto di Torino, Paola Basilone, una nuova distribuzione sul territorio regionale . La circolare di Alfano  annuncia che in queste ore sono in arrivo 125 persone dal sud e da Udine, e non si sa in quanto tempo la nuova quota sarà completata. Dalla Prefettura fanno sapere che però ci sono solo piu’ 27 posti per gli uomini e 3 per le donne. Ad oggi nel Torinese sono 1615 i profughi ospitati. La situazione preoccupa perché i migranti che entrano in Italia sono in aumento a causa del rifiuti di Francia, Austria, Svizzera e Ungheria ad ospitarli. Mentre l’assessore regionale alle politiche per l’immigrazione Monica Cerutti rinnova  l’appello ai sindaci del Piemonte ad accogliere i profughi, non si ha ancora la certezza che il nuovo centro di ospitalità nella caserma di Castello di Annone, nell’Astigiano, possa entrare presto in funzione.