Home » ECONOMIA E SOCIALE » Ecco il nuovo “Lingotto cinese”
un parco della musica e del cinema aperto alle start up e all'innovazione

Ecco il nuovo “Lingotto cinese”

di ilTorinese pubblicato mercoledì 28 novembre 2018

Il Politecnico di Torino ha vinto, nel settembre 2017, il concorso internazionale nell’ambito della trasformazione della ex fabbrica di Pianoforti Pearl River Piano Group nella città cinese di Guangzhou (Canton)

 

Ispirandosi al Lingotto, l’architetto torinese Michele Bonino e i suoi collaboratori trasformeranno questa area in un parco della musica e del cinema aperto alle start up e all’innovazione.Il nascente Pearl River Piano Cultural Park, soprannominato dalla stampa italiana il “nuovo Lingotto Cinese”, si presenta in effetti con una struttura dalla straordinaria capienza di 133.000 mq, capace di ospitare 7 macro aree funzionali: industria musicale, cinematografica, museo didattico, scuola musicale, incubatore per imprese, servizi e creazioni di eventi culturali e d’intrattenimento. L’operazione della Pearl River Piano Cultural Park si pone inoltre come uno dei maggiori futuri centri attrattivi nella città di Guangzhou, stimando circa 5mila presenze giornaliere di persone impegnate in attività lavorative e oltre 3mila visitatori giornalieri.In questi giorni una delegazione di Guangzhou, coordinata dalle Relazioni Internazionali della Città di Torino, è in visita a Torino per presentare questa importante trasformazione urbana. A Palazzo civico è stato illustrato il progetto agli assessori Francesca Leon, Alberto Sacco e Marco Giusta e, con un video, a Lucia Pasqualini Console di Italia a Guangzhou, e al sistema imprenditoriale torinese.Successivamente è stata sottoscritta una proposta di collaborazione fra la Città di Torino, la Città di Guangzhou e il Politecnico.La giornata è stata quindi l’occasione per aprire un confronto tra operatori nei campi del cinema e della musica, ma anche nel settore dell’innovazione e del food & beverage, sulle opportunità imprenditoriali e di collaborazione tra istituzioni cinesi e torinesi. Il confronto è stato finalizzato ad aprire un ponte istituzionale tra i due territori, nell’ottica di apportare benefici e facilitazioni in termini di investimenti e trasferimenti culturali, all’interno del futuro Pearl River Piano Cultural Park.

 

Nel pomeriggio la delegazione visiterà il Politecnico di Torino, con il quale la Pearl River Cultural Management Park coopera in maniera frequente ormai da diversi anni. Ad accogliere la delegazione, il Rettore Guido Saracco e il professor Michele Bonino, Delegato del Rettore per le Relazioni con la Cina. Infine, nella mattinata di mercoledì 28 novembre si terrà nella sede della Film Commission Piemonte, un workshop operativo finalizzato a creare opportunità di collaborazione tra la Pearl River Piano Cultural Management Park e il sistema di imprese e istituzioni torinesi che operano nei settori della produzione musicale e cinematografica.

Leggi qui le altre news: ULTIME NOTIZIE