Home » ECONOMIA E SOCIALE » E’ proprio vero, il bene non fa rumore
L'ambulatorio di via Cottolengo 24 /A

E’ proprio vero, il bene non fa rumore

di ilTorinese pubblicato sabato 9 luglio 2016

cottolengo barolo55STORIE DI CITTA’

di Patrizio Tosetto

cottolengo1

E’ proprio vero il bene non fa rumore ed il più delle volte non fa notizia. Piero mi aspetta davanti all’ambulatorio di via Cottolengo 24 /A. E’ sua l’idea di questo incontro, sue le conoscenze che ci portano a questa visita. Valeria Marino, volontaria ci fa da Cicerone ed io piacevolmente mi stupisco. Notando che la cottolengo5maggioranza degli utenti sono donne. Renzo Brunelli presidente e Antonietta Giusti vicepresidente soddisfano le nostre domande. Chi sono i vostri utenti? Per il 97 percento  non italiani indigenti. Purtroppo aumenta il numero degli italiani.145 paesi dal 1994 a dicembre 2015, 43mila persone per un tosettototale di 170mila prestazioni. Nell’ultimo bilancio sociale sono state 4474 le personecottolengo barolo 44 assistite (4230 nell’ambito medico, 94 formativo e 150 socio sanitario), aumentano le prestazioni assistenziali. 100 volontari (50 personale medico) e otto dipendenti che svolgono il ruolo di mediatori culturali. Diverse le religioni “rappresentate” ma vi assicuro che di fronte alla malattia le reazioni sono simili. Si riassume il tutto in queste cifre: 332.682 conto economico valorizzazioni 835.844 cottolengo afriquevalorizzazioni lavoro volontari 144.185 valorizzazione prestazioni o servizi sostenuti da soggetti diversi. Totale 1.312.711. E siamo in comodato d’uso gratuito dall’ Opera Pia Barolo. Nel mentre si scatena Piero fotografando tutto e tutti e si propone per le sue peculiarità professionali per contribuire all’attività. Nel 1992 il primo presidente e cottolengo2fondatore Corrado Ferro, sindacalista ecottolengo4 parlamentare europeo. L’ispirazione del Cardinal Pellegrino. Teresa Paladino insegnante in pensione e volontaria ci fa visitare il “Salone delle mamme” , attiguo al poliambulatorio, offre una serie di attività di sostegno ed accoglienza alle famiglie, per supportarle alla prevenzione sanitaria, nell’insegnamento sociale, nell’istruzione dei figli e nelle difficoltà economiche. Anche qui cottolengo barolo 66Piero è “incontenibile” nel fotografare e chiede il permesso. Una graziosa ragazza di colore da’ il permesso e donne velate con dolci sorrisi, gentilmente lo negano. Ed io continuo nel pensare che il bene non fa rumore ma deve cominciare a fare notizia. Finito il giro, gli ultimi convenevoli. Vorrei ritornare e mi confutano sottolineando: porte aperte a tutti…scusi, ci dà una mano a trovare volontari dentisti?cottolengo barolo3 Aumentano le richieste e le liste di attesa. Assolutamente, sarà fatto. Mezzogiorno ed usciamo con il sole che rimbalza. Sono proprio persone che se non esistessero dovremmo inventarle.E’ proprio vero il bene deve fare rumore e notizia.

(foto: Piero Chiariglione)