Home » prima pagina » Dopo le elezioni comunali nel Torinese e in Piemonte: le reazioni delle forze politiche
I commenti degli esponenti politici alla luce dei risultati elettorali che hanno premiato il centrodestra ad Asti e Alessandria e il centrosinistra nel Torinese

Dopo le elezioni comunali nel Torinese e in Piemonte: le reazioni delle forze politiche

di ilTorinese pubblicato lunedì 26 giugno 2017

I commenti degli esponenti politici alla luce dei risultati elettorali che hanno premiato il centrodestra ad Asti e Alessandria e il centrosinistra nel Torinese

Eravamo fiduciosi di fare un bel risultato ed i numeri ci stanno dando ragione “lo rende noto il Coordinatore Regionale di Forza Italia Gilberto Pichetto.“I nostri candidati sindaci, forti del sostegno di tutto il centrodestra“ – aggiunge Pichetto – “hanno dimostrato di poter vincere anche ad Asti e soprattutto ad Alessandria, secondo capoluogo piemontese che il centrosinistra considerava come sua roccaforte ”“Anche laddove i nostri candidati non sono riusciti a spuntarla” – continua Pichetto – “sono stati dei testa a testa in comuni dove già arrivare al ballottaggio era considerata da molti una impresa impossibile; “Se i risultati dovessero essere definitivamente confermati” – conclude Pichetto – comincerà una nuova pagina del centrodestra che risponderà alle bugie di Renzi ed alle battute di Grillo con la serietà di chi sa governare per il bene dei suoi cittadini”

***

“Nonostante un quadro nazionale indubbiamente complicato, su cui tutti dovremo riflettere, nelle realtà più significative del torinese il PD e il centro sinistra, al primo turno a Grugliasco, al ballottaggio sia a Chivasso che Rivalta, hanno ottenuto la maggioranza ed eletto i propri Sindaci. Un buon risultato, di cui non si può che essere soddisfatti. Ringraziamo gli elettori che hanno voluto dare fiducia ai candidati del centro sinistra , ai Circoli e ai militanti del PD che li hanno sostenuti”, dichiarano Fabrizio Morri,  Segretario PD  Torino e Mimmo Carretta,  Responsabile Enti Locali.

***

«Anche in Piemonte, la strada è segnata: solo unito il Centrodestra vince. Falliscono Pd, Movimento 5 Stelle e Chiappendino, preoccupa la crescita dell’astensionismo. Il buongoverno del Centrodestra liberale ha le carte in regola per tornare al più presto ad amministrare la Regione, sottraendola alla palude del renzismo e del grillismo nella quale sta palesemente affondando». Così Gianna Gancia, presidente del gruppo Lega Nord in Consiglio regionale del Piemonte, sull’esito dei ballottaggi.

***

“Il MoVimento 5 Stelle continua con la sua inesorabile crescita. Vittoria in 8 comuni su 10 ballottaggi. Da soli vinciamo quasi ovunque. Quando i partiti non schierano ammucchiate di finte liste civiche, il voto è libero. Dopo 70 anni Carrara cambia colore, diventa 5 stelle mandando a casa il Pd. 
Complimenti al nostro nuovo sindaco Francesco De Pasquale che compie la stessa impresa di tre anni fa riuscita a Livorno. Con 8 ballottaggi vinti su 10 siamo a 45 sindaci 5 Stelle: una crescita del 20%. Il Pd a Trapani non vince neanche quando corre da solo: non si è raggiunto il quorum.Renzi in queste amministrative non ci ha messo la faccia, ma è riuscito a perderla comunque. Noi da domani a lavoro più di prima su abolizione vitalizi, reddito di cittadinanza e blocco dei miliardi di euro degli italiani alle banche”, sostiene Luigi Di Maio, responsabile enti locali di M5S.

 

(foto: il Torinese)