Home » prima pagina » Dopo la siccità torna l’acqua sulle montagne piemontesi, ricaricate le sorgenti in Valle di Susa
Rilevazioni compiute dai tecnici delle agenzie ambientali delle Regioni del nord e dall’esercito

Dopo la siccità torna l’acqua sulle montagne piemontesi, ricaricate le sorgenti in Valle di Susa

di ilTorinese pubblicato lunedì 26 marzo 2018

In Valle di Susa, grazie alle abbondanti nevicate invernali e’ scongiurata la siccità del secondo semestre 2017. Gli esperti che hanno preso parte al programma Snow water equivalent lo hanno potuto verificare scavando un centinaio di trincee nella neve a quote comprese tra i 1.300 e i 1.800 metri di altitudine sopra Bardonecchia. Lo spessore medio della neve invernale e’  di 1 metro e 69 cm  ovvero 335 chili al metro cubo e l’altezza di 0.55 metri di acqua. Sono intervenuti nelle misurazioni operatori di 21 squadre di Arpa di Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia e Veneto, e uomini dell’Esercito, del Corpo Forestale della Valle d’Aosta e delle società Enel, Iren Energia, A2a. In Valle di Susa, dunque, nei prossimi mesi ci sarà  acqua bbondante.