Home » LIFESTYLE » Le diete più assurde delle celeb: la lista e le contro – indicazioni
WWW.DILEI.IT

Le diete più assurde delle celeb: la lista e le contro – indicazioni

di ilTorinese pubblicato lunedì 29 giugno 2015

angelinaLa dieta del ghiaccio o quella degli omogeneizzati. O ancora la dieta dei micropasti, che resta – pericolosamente – al di sotto delle 600 calorie al giorno

 

Siamo abituati a sentirne di tutti i colori sulle diete delle celeb. Vegane, macrobiotiche, organiche, “dukaniste”, crudiste, ce n’è per tutti i gusti. Se di gusto si può parlare. Alcune, però, sono davvero assurde.  Come la dieta del ghiaccio o quella degli omogeneizzati. O ancora la dieta dei micropasti, che resta – pericolosamente – al di sotto delle 600 calorie al giorno. Quelle, per intenderci, che una paersona normale assume con la sola colazione. Vediamo insieme le diete più incredibili:

 

La dieta del ghiaccio di Renee Zellwegger: prima di ogni pasto, l’attrice ingerisce alcuni cubetti di ghiaccio, per aumentare il senso di sazietà. A rischio congestione.

La dieta dei liquidi di Adriana Lima: per tornare in forma prima delle sfilate, la modella ingurgita solo beveroni. Rischio: non appena si torna al solido, il corpo assimila il doppio. 

La dieta degli omogeneizzati di Reese Whiterspoon: l’attrice premio Oscar non è la sola a seguire questo regime alimentare. Anche Jennifer Aniston è una fan della “Baby food diet”, che prevede l’assunzione di sei mini pasti a base di omogeneizzati di frutta, verdura, carne e pesce durante il giorno. Il parere del nutrizionista: un’alimentazione di questo tipo finisce per diminuire in modo importante l’attività dell’intestino. Vale l’assunto di Darwin: l’uso crea l’organo, ma il disuso lo atrofizza.

La dieta crudista estrema di Uma Thurman: l’attrice non cuoce nulla, mangia solo cibi crudi. E’ una dieta troppo selettiva, perché bandisce in toto tutti quegli alimenti che andrebbero per forza cotti, come i legumi e le proteine animali.

La dieta dei micropasti di Angelina Jolie: da sempre criticata per l’eccessiva magrezza, che preoccupa anche il marito Brad, Angie si nutre con piccoli spuntini, che si concludono prima delle 20 di sera e non supera mai  le 600 calorie al giorno. Pericolosamente ipocalorica: una donna normopeso dovrebbe stare sulle 1500-2000 calorie giornaliere. 

La dieta dei colori di Christina Aguilera: La cantante ingerisce ogni giorno solo cibi dello stesso colore. I nutrizionisti dicono: insensata, bisogna variare e abbinare cibi diversi. 

La dieta «Cut the C.R.A.P.» di Elle Macpherson. Banditi  caffeina, cibi raffinati, alcool, zuccheri artificiali e prodotti alimentari trasformati.

La dieta del salmone di MelB: Salmone a colazione, pranzo e cena. Al decimo giorno crescono le pinne.

La dieta alcalina di Victoria Beckham: la moglie di David Beckham ha confessato di seguire i consigli di «Honestly Healty», il libro scritto in collaborazione con Natasha Corret, sorellastra di Sienna Miller. Si tratta di un regime che evita i cibi acidi. Inutile, dicono i nutrizionisti, perché i nostri succhi gastrici riportano tutto al ph neutro (per maggiori info sulla dieta alcalina: leggi qui).

La dieta 5:2 di Jennifer Lopez:  la cantante mangia qualsiasi cosa per cinque giorni, salvo poi digiunare completamente o quasi nei restanti due giorni. Troppo sbilanciata.

La dieta del “Mi sfondo a colazione, poi digiuno”  di Kelly Osbourne: la figlia di Izzy ha confessato di aver perso tantissimi chili abbinando alla palestra un regime alimentare che le permetteva di mangiare quel che voleva solo la mattina a colazione (anche la pizza); poi pranzo e cena a stecchetto. Dieta schizofrenica.

La dieta delle uova sode di Nicole Kidman: si dice che ai tempi delle riprese di Ritorno a Cold Mountain, l’attrice si nutrisse di (poche) uova sode al giorno. Dannosissima, i nutrizionisti consigliano di limitare il consumo settimanale di uova.

La dieta dell’acqua di Paris Hilton: l’ereditiera prezzemolina, che di recente ha confessato di aver sofferto di disordini alimentari, in alcuni periodo della sua vita sostituiva i pasti con acqua naturale e Red Bull. No comment.

La dieta del beverone Master Cleanse di Beyocé: la cantante ha confessato di averla seguita ia tempi di Dreamgirls. Per un periodo di tempo di 10 giorni, si ingerisce un beverone a base di succo di limone, sciroppo d’acero e pepe di cayenna. E giusto per non morir di fame, tra i cibi ammessi oltre alla miracolosa bibita vi sono cavolo, cipolle, peperoni, pomodoro e sedano. Da svenimento.

 

(www.dilei.it)