Home » ECONOMIA E SOCIALE » Diamo una seconda vita agli oggetti
Il tema dei rifiuti sarà approfondito con il Centro Ambiente Mobile

Diamo una seconda vita agli oggetti

di ilTorinese pubblicato sabato 18 novembre 2017

Inizia sabato 18 novembre la Settimana Europea di Riduzione dei Rifiuti (SERR), giunta quest’anno alla sua nona edizione. L’Iniziativa rappresenta la più ampia campagna di informazione e sensibilizzazione circa gli impatti ambientali connessi alla produzione di rifiuti e le molteplici azioni per ridurli. La “Settimana” si rinnova ogni anno con la finalità di accrescere la consapevolezza sulla prevenzione dei rifiuti e coinvolgere attivamente enti pubblici, imprese, società civile e cittadini europei. Iren partecipa attivamente al tema 2017, “Diamo una seconda vita agli oggetti”, realizzando alcune iniziative e progetti che coinvolgono il territorio piemontese. In particolare Amiat, Società del Gruppo Iren, ha realizzato una pratica pubblicazione relativa al corretto conferimento dell’organico accompagnata da una dettagliata guida al compostaggio domestico, con l’intento di favorirne la distribuzione e diffusione durante la “Settimana.” Inoltre, il Gruppo ha predisposto su alcuni quotidiani e settimanali locali la pubblicazione di alcune ricette estratte dal “Ricettario degli avanzi”, con lo scopo di invitare i cittadini a riflettere sui propri stili alimentari e sulle tante possibilità di evitare gli sprechi di cibo, contribuendo così alla riduzione dei rifiuti e a un contenimento delle spese domestiche.

L’azienda ha anche aderito a “Cit ma bun”, un progetto di economia circolare, ideato con la finalità di rintracciare e recuperare piccoli beni da avviare al riuso; l’iniziativa consiste nell’invitare, chi partecipa, a recuperare e riutilizzare tutti quegli oggetti di piccola e media dimensione che solitamente rimangono per anni depositati e impolverati nei cassetti o nelle cantine. A tal proposito, nelle prossime settimane presso le principali sedi di Iren a Torino verranno distribuiti alcuni box adibiti al recupero, in modo che anche i dipendenti dell’azienda possano diventare campioni del riuso, riempiendo le cassette di piccoli oggetti come bicchieri, stoviglie, soprammobili, piccoli manufatti, suppellettili, giocattoli usati che attraverso il progetto “Cit ma bun” possono conoscere una nuova vita. Infine, per quanto riguarda le attività di educazione ambientale per i più giovani, a Torino insieme al Centro Scienza e all’Istituto Comprensivo “D.M.Turoldo” (Circoscrizione 5) il tema dei rifiuti sarà approfondito con il Centro Ambiente Mobile e un ricco programma di laboratori, giochi e attività, aperti nel pomeriggio di giovedì 23 novembre anche ai genitori che potranno partecipare, insieme ai bambini, o in gara con loro, alle varie attività proposte durante la settimana.