Home » LIFESTYLE » “Di Freisa in Freisa”, quando la cultura materiale sposa quella vinicola
11 e 12 GIUGNO

“Di Freisa in Freisa”, quando la cultura materiale sposa quella vinicola

di ilTorinese pubblicato giovedì 9 giugno 2016

Alla sua sesta edizione, la rassegna a Chieri si arricchisce di workshop, confronti con il vermouth e il gelato Pepino alla Freisa

freisa

Il territorio e la sua cultura materiale si sposano perfettamente con la viticoltura. Lo dimostra la settima edizione della manifestazione intitolata ” Di Freisa in Freisa “, in programma l’ 11 e 12 giugno prossimi, appuntamento annuale che celebra, nella città di Chieri, le Doc Freisa di Chieri e Collina Torinese. Per la prima volta quest’anno viene adottata la formula di Fiera del territorio, un comune denominatore di una certa rilevanza di eventi geograficamente limitrofi, quali la Festa delle ciliegie di Pecetto e la fiera dell’Asparago di Santena. L’edizione 2016 del “Di Freisa in Freisa” rinnova la sua stretta collaborazione con partner storici quali il Consorzio di tutela e valorizzazione delle Doc Freisa di Chieri e Collina Torinese e dell’ Associazione Go Wine, impegnata nella promozione del vino sul territorio non soltanto come prodotto agroalimentare, ma anche come mezzo per diffondere una cultura del territorio a 360 gradi. Nello stesso tempo l’edizione di quest’anno si apre a nuove importanti partnership firmate Martini & Rossi e Ente Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba. Verranno selezionate 60 importanti etichette, divise nelle varie denominazioni, sulla base dei vari territori di produzione della Freisa: il Freisa di Chieri, il Pinerolese Freisa, il Feisa d’Asti, il Langhe Freisa, ilVINO Monferrato Freisa e i Colli Tortonesi Freisa, tutte varietà che potranno essere degustate a calice all’interno di un percorso di isole di wine tasting, mediante la formula di acquisto di coupon a 8 euro. L’intera degustazione sarà accompagnata dalla fragranza del grissini Rubata’, eccellenza di produzione chierese. Salumi, latte, riso, formaggi sono soltanto alcuni dei prodotti attentamente selezionati in collaborazione con Eat Piemonte e Coldiretti, che si alterneranno negli stand delle realtà aziendali più pregiate del Piemonte. Sarà anche presente una Freisa Lounge, elegante allestimento in piazza Umberto I, cuore nevralgico della manifestazione, dove si susseguira’ un ricco programma di appuntamenti e workshop. Fra quelli da segnalare l’espermento denominato “Freisa & Friend”, che metterà a confronto il Feisa di Chieri con alcuni altri importanti vini autoctoni italiani. Un posto d’onore sarà riservato al Vermouth, al quale sarà dedicato l’incontro sul tema “I giardini del vermouth”, relatore Giustino Ballato, che racconterà la storia, gli aneddoti del vermouth, attraverso le erbe aromatiche e le sue essenze. Nell’ambito della manifestazione “Di Freisa in Freisa” un ruolo di rilievo avrà   anche la casa storica dei Gelati Pepino; Carlotta Ozino condurrà i partecipanti alla scoperta del gelato Pepino alla Freisa e della sua versione analcolica.

 Mara Martellotta