Home » ECONOMIA E SOCIALE » Creatività + Genialità = Arte
Il rapporto tra disabilità e arte

Creatività + Genialità = Arte

di ilTorinese pubblicato lunedì 13 maggio 2019

Una bella vetrina per proporre una serie di significativi esempi di come la disabilità possa sconfiggere le difficoltà e trasformarsi in opportunità di espressione e di realizzazione personale

Si tratta della mostra intitolata “Creatività + Genialità = Arte”, proposta dal Centro studi Cultura e Società di Torino nel quadro del progetto “Le diverse … ita (Quando la Disabilità si fa Università di Creatività)”, a Torino dall’ 8 maggio al 14 giugno 2019, presso la Biblioteca “Umberto Eco” della Regione Piemonte. L’evento, patrocinato dal Consiglio regionale del Piemonte, rientra nell’ambito degli appuntamenti del Salone Off, la rassegna “collaterale” al Salone internazionale del libro: è stato inaugurato martedì 7. Il rapporto tra disabilità e arte – come è stato sottolineato – non può che essere molto stretto, sia perché storicamente vi sono stati grandi protagonisti nel campo delle arti figurative, della musica, della poesia affetti da varie disabilità, sia per la capacità dell’arte stessa di essere uno straordinario mezzo di espressione anche per soggetti costretti a lottare quotidianamente con un limite in una società che, nonostante i passi avanti compiuti negli ultimi anni e l’esempio di luminose realtà a livello locale e nazionale, non può certamente ancora definirsi come sempre propensa all’accoglimento di persone con problematiche fisiche o psico-relazionali. Curata da Pier Carlo Musso ed Ernesto Vidotto, la mostra si divide in quattro sezioni realizzate da persone disabili provenienti da diverse realtà: Il valore della persona nell’Officina della Vita, con oggetti di artigianato realizzati dagli ospiti dell’Unità operativa Cerris e della Residenza sanitaria assistenziale per disabili di Marzana (Vr), Creare emozioni con i colori, con tele e sculture di chi frequenta l’Associazione Gualtiero Rinaldo Onlus all’interno del Centro socioterapico dell’Unione montana dei Comuni delle Valli Chisone e Germanasca, La luminosità della Bellezza con oggetti di bigiotteria dei laboratori di Asti e Ivrea dell’Associazione Pro retinopatici e ipovedenti (Apri) Onlus e La metafora dell’arte con creazioni in materiali poveri del laboratorio artistico Materiali di scarto.

Leggi qui le altre news: ULTIME NOTIZIE