Home » POLITICA » COSTITUITO IL GRUPPO +EUROPA TORINO, IL PRIMO IN PIEMONTE
RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

COSTITUITO IL GRUPPO +EUROPA TORINO, IL PRIMO IN PIEMONTE

di ilTorinese pubblicato venerdì 28 settembre 2018
Alle elezioni regionali non è scontata la nostra partecipazione e non è scontata l’alleanza con il Centro-sinistra
Si è costituito  il gruppo +Europa Torino, durante una affollatissima assemblea convocata nella sede dell’Associazione radicale Adelaide Aglietta. E’ stato eletto Coordinatore Igor Boni, storico militante e dirigente radicale Sono stati eletti nel consiglio direttivo Marco CavalettoPatrizia De GraziaGiovanni GranitoAndrea Maccagno e Mauro Voerzio. Dichiara il neo-coordinatore Igor Boni:
“Vedere decine di giovani disposti a dedicare una parte del loro tempo e delle loro risorse per questo progetto fa ben sperare, in questa Italia dove spesso pare che di speranza ve ne sia ormai poca. Vogliamo contribuire a dare un futuro a questo Paese, con le nostre idee federaliste che vogliono cambiare l’Europa dandole una politica estera e difesa comuni, una politica di immigrazione comune, una politica fiscale e di welfare comuni. Chi chiede nazionalismo e protezionismo, chi cavalca paure e odio può racimolare consenso ed essere popolare ma in realtà è antipopolare e prefigura il peggio. Anche questo nostro territorio deve essere rilanciato senza timore come ‘Piemonte regione d’Europa‘ e non può chiudersi su sé stesso o immaginare un futuro che non guardi ai fondi europei e alle risorse europee, che hanno letteralmente cambiato in meglio i nostri trasporti, le nostre infrastrutture, la nostra agricoltura. Alle prossime elezioni non è scontata la nostra partecipazione e non è scontato che, se parteciperemo, lo faremo con la coalizione di Centro-sinistra. Abbiamo chiesto primarie delle idee, abbiamo chiesto ascolto sulla legge elettorale per una riforma uninominale e maggioritaria, abbiamo proposto di aprire porte e finestre per fare entrare aria nuova e fresca ma di riscontri concreti non ce ne sono stati. Per quanto mi riguarda non possiamo essere una lista in più in un elenco di listarelle di fianco a quella del PD”.
Leggi qui le altre news: ULTIME NOTIZIE