Home » TRIBUNA » CONGRESSO ASSOCIAZIONE RADICALE AGLIETTA: CONFERMATI I COORDINATORI
GLI USCENTI SILVJA MANZI LAURA BOTTI E IGOR BONI

CONGRESSO ASSOCIAZIONE RADICALE AGLIETTA: CONFERMATI I COORDINATORI

di ilTorinese pubblicato mercoledì 21 dicembre 2016
 

Prioritaria riforma elettorale regionale uninominale e maggioritaria, rilanciare referendum cittadini contro consumo di suolo e su road-pricing per finanziare seconda linea della metropolitana ed estendere testamento biologico a Città metropolitana

AGLIETTA RADICALI

Si è svolto nei giorni scorsi  il 22° congresso ordinario dell’Associazione radicale Adelaide Aglietta. Alla fine dell’assemblea è stata votata all’unanimità – con due sole astensioni – la mozione generale promossa dai Coordinatori uscenti Silvja Manzi, Laura Botti e Igor Boni, che sono stati poi confermati alla guida dell’associazione.L’assemblea ha ringraziato i 158 iscritti del 2016 (+15% rispetto all’anno precedente) e preso atto della enorme mole di iniziative realizzate sui temi dei diritti civili e dei diritti umani, della laicità, della riforma in senso liberale delle istituzioni.

 

***

Per il 2017 la mozione generale approvata individua alcune priorità politiche a livello locale e nazionale, che impegnano gli organi dirigenti:

 

– proseguire l’azione sui diritti civili, con le battaglie per un Fine Vita dignitoso (Testamento Biologico ed Eutanasia), per la legalizzazione della Cannabis, per una normativa meno vincolante sulla pillola abortiva RU486, per il matrimonio egualitario, per i diritti delle persone con  disabilità, nonché per la legalizzazione della prostituzione come nuova proposta da promuovere a livello nazionale sottoponendola agli organi dirigenti di Radicali Italiani;

– chiedere al Sindaco della città metropolitana di estendere all’intero territorio di propria competenza la possibilità di deposito del testamento biologico ampliando l’attuale registro adottato dal solo Comune di Torino;

– elaborare una nuova campagna referendaria, rivolta alla città di Torino, che porti i cittadini ad essere consultati sui temi di maggiore interesse; individuando fin d’ora come prioritari i referendum bocciati dallo scorso Consiglio comunale su road-pricing per costruire la seconda linea della metropolitana e contro il consumo di suolo;

– rilanciare con ogni mezzo politico e nonviolento, le iniziative sul sistema elettorale maggioritario uninominale, sia a livello nazionale sia a livello regionale, contrastando il sistema proporzionale e delle preferenze che rappresentano il modo peggiore di selezione delle classi dirigenti;

–  rilanciare con più forza che mai le azioni sui diritti umani, incrementando inoltre le iniziative sugli Stati Uniti d’Europa e di denuncia dell’espansionismo imperialista del regime russo di Putin; promuovendo la partecipazione degli iscritti alle celebrazioni per il 60° anniversario dei Trattati di Roma, il prossimo 25 marzo a Roma e sostenendo in ogni sede le proposte elaborate da Emma Bonino e da Radicali Italiani in tema di governo dell’immigrazione;

– chiedere il massimo impegno nel sostenere il piano di pace per la Siria lanciato dall’Associazione, innanzitutto promuovendo azioni volte a ottenere la presentazione di una mozione al Parlamento europeo, analoga a quella parlamentare italiana approvata a larga maggioranza che impegna il Governo al pieno coinvolgimento dell’ONU.