Home » LIFESTYLE » Con i fiori Pomaretto porta in Europa i colori italiani
Entente Florale Europe

Con i fiori Pomaretto porta in Europa i colori italiani

di ilTorinese pubblicato martedì 24 gennaio 2017

fiori peonie 3Pomaretto, comune della Città Metropolitana di Torino, insieme a Faedo, in provincia di Trento, rappresenterà l’Italia alla competizione, Entente Florale Europe, concorso europeo dedicato ai migliori Enti locali che fanno della fioritura, della bellezza, della vivibilità, dell’accoglienza un punto di forza e il fulcro di tutta l’attività amministrativa. Lo hanno deciso i sindaci (Danilo Stefano Breusa per Pomaretto) e le Amministrazioni comunali d’intesa con i vertici di Asproflor, l’Associazione dei produttori florovivaisti che organizza il Concorso Comuni Fioriti. Entambi i Comuni hanno vinto nel 2016 i “Quattro Fiori”, top del riconoscimento per l’impegno delle Amministrazioni e delle intere comunità. Lo speciale cartello giallo con i fiori rossi di Asproflor è stato assegnato a Bologna, nella premiazione dei Comuni Fioriti all’interno di Eima, salone FIORI SINDACI COMUNEdell’agricoltura. A febbraio, a Praga, verranno definite le visite che i giudici europei del concorso effettueranno a Faedo, che grazie al supporto della provincia Autonoma di Trento, ha potuto accettare la candidatura   e a Pomaretto, dove con il lavoro e la caparbieta’ dei suoi abitanti il lavoro di preparazione è già partito. Ad aderire al concorso Entente Florale Europe sono città e paesi di Italia, Germania, Austria, Slovenia, Repubblica Ceca, Irlanda, Inghilterra, Olanda, Ungheria e Belgio. A seguire i due enti saranno Renzo Marconi, Sergio Ferraro e Franco Colombano, presidente e vice di Asproflor, con la coordinatrice e giudice Anna Furlani Pedoja e Alberto Peyron. Asproflor, come unica Associazione che rappresenta l’Italia, sarà impegnata nei prossimi mesi anche nel concorso mondiale dei Comuni Fioriti, International Challenge-Communities in Bloom che vede partecipare quest’anno la città di Grado (Gorizia), (seguita dal giudice Mauro Paradisi) dopo il grande successo nel 2016 di Pré Saint Didier(Aosta).

Massimo Iaretti