Home » prima pagina » Comune, il centrodestra: “I conti non tornano. Situazione grave trattata con superficialità”
Secondo l'opposizione "occorre ricostituire gli equilibri di Bilancio istituendo appositi stanziamenti "

Comune, il centrodestra: “I conti non tornano. Situazione grave trattata con superficialità”

di ilTorinese pubblicato venerdì 5 maggio 2017

Sarebbero 80 i  milioni di euro che non tornano nel bilancio approvato a Palazzo Civico. Secondo le opposizioni di centrodestra le procedure approvate dall’amministrazione civica “non sono coerenti con le norme prescritte dalla legge”. Tra i milioni che mancano all’appello, in conferenza stampa i consiglieri della minoranza puntano il dito sui 5 milioni da versare  a Ream per l’ operazione sull’area ex Westinghouse, i quasi 35 di rate arretrate  a Infra.To che chiede anche 4 milioni relativi al 2017 più 24 per la manutenzione della rete tranviaria 14,5 milioni per il mutuo della  metropolitana.

La sindaca ha annunciato l’intenzione di  attivare  procedure previste dell’articolo 194 del Testo unico degli enti locali relativo ai debiti fuori bilancio, dopo che il 3 maggio  la dirigente dottoressa Anna Tornoni ha  comunicato  al Sindaco, al Presidente del Consiglio Comunale, all’Assessore al Bilancio, al Segretario del Consiglio Comunale e al Collegio dei Revisori, afferma l’opposizione “che occorre ricostituire gli equilibri di Bilancio istituendo appositi stanziamenti per affrontare l’onere connesso a possibili situazioni debitorie fuori Bilancio E  il  Collegio dei Revisori ribadisce che i debiti Infra.To relativi agli anni precedenti al 2017 devono essere riconosciuti come debiti fuori Bilancio”.  Il consigliere – notaio Alberto Morano osserva che “per tutta risposta il sindaco respinge le osservazioni dei dirigenti del Comune ritenendo che siano arrivate fuori tempo massimo e che sia nell’interesse dell’ente addivenire alla approvazione del Bilancio di Previsione. Con Morano, in conferenza stampa anche i consiglieri Napoli (Forza Italia), Ricca (Lega Nord) Rosso (Direzione Italia). A loro parere “si tratta di “una situazione grave trattata con superficialità dalla Giunta municipale”.