Home » prima pagina » Un commerciante su tre non emette scontrini e il lavoro sommerso aumenta
LE FIAMME GIALLE NEL 2014 HANNO EFFETTUATO OLTRE 31 MILA CONTROLLI. SCOPERTI 521 LAVORATORI IN NERO E 299 IRREGOLARI. 735 AUTORI DI REATI FISCALI SONO STATI INDIVIDUATI E DENUNCIATI

Un commerciante su tre non emette scontrini e il lavoro sommerso aumenta

di ilTorinese pubblicato lunedì 13 aprile 2015

guardia_finanza_

Arretra, invece, il fenomeno dei falsi poveri che impiegavano contributi e agevolazioni degli enti pubblici senza averne diritto: si è passati, in un solo anno, da 566 a sole  28 persone segnalate

 

Sarebbero circa uno su tre – ma la tendenza è in lieve discesa – i commmercianti piemontesi che non emettono lo scontrino. Risulta dai controlli effettuati dalla guardia di finanza nel 2014, che hanno stimato una percentuale di mancata emissione del 31,3% su oltre 31mila verifiche. Inoltre aumenta  del 19 per cento il lavoro sommerso in regione. I controlli delle Fiamme Gialle lo scorso anno hanno scoperto 521 lavoratori in nero e 299 irregolari: in tutto 820 infrazioni e 275 datori di lavoro denunciati. I dati del 2013: 490 lavoratori in nero e 197 irregolari, con la denuncia di 262 datori di lavoro.  Arretra, invece, il fenomeno dei falsi poveri che impiegavano contributi e agevolazioni degli enti pubblici senza averne diritto: si è passati, in un solo anno, da 566 a sole  28 persone segnalate. Sono stati recuperati imponibili a tassazione per 2,3 mld di euro  cioè il 43% in più  rispetto all’anno precdente, nel corso di 6.300 controlli a imprese e contribuenti. In totale  735 autori di reati fiscali sono stati individuati e denunciati, di cui 5 arrestati, 391 evasori totali scoperti.

 

 

Leggi qui le altre news: ULTIME NOTIZIE