Home » LIFESTYLE » Come pettinare i capelli corti: retrò, bon ton o “gangstar”
WWW.DILEI.IT

Come pettinare i capelli corti: retrò, bon ton o “gangstar”

di ilTorinese pubblicato venerdì 11 settembre 2015

Tre effetti diversi per dare una declinazione vintage, romantica o punk alla lunghezza del momento, sempre più moda anche tra le star dello showbiz italiano e internazionale

 

scarlett CAPELLILa maggior parte delle donne preferiscono i capelli lunghi, la chioma fluente è sinonimo di femminilità. Ma anche tra le star quest’anno il trend si è spostato sul taglio corto. Allora, come pettinare i capelli corti? E’ semplicissimo, bastano due mosse e avrete degli effetti completamente opposti. Con i capelli corti in realtà puoi sbizzarrirti nel cambiare totalmente look.

 

 

Come pettinare i capelli corti: effetto selvaggio, un po’ retrò
-quando li lavi, ricorda che anche per i capelli corti è necessario un balsamo per evitare l’effetto crespo
-dopo averli frizionati con l’asciugamano (mi raccomando di non toccarli con la mano, li renderesti crespi) usa una mousse modella ricci, poca e solo nelle punte
-mentre applichi la mousse modella i ricci con le dita, delicatamente
-testa in giù e asciugali con il diffusore
L’effetto potrebbe assomigliare a quello di Rachel Wood

 

Come pettinare i capelli: effetto brava ragazza, ma un po’ birichina
-qualche ora prima del lavaggio massaggia la cute e i capelli con un po’ di olio d’argan e lascialo per qualche ora (fa molto bene al capello e alla sua lucentezza, in più serve per la  nostra pettinatura corta)
-se non hai tempo di farti un impacco di olio di argan, usa un prodotto fissante
-fai la riga a lato
-pettinali modellandoli
-asciugali delicatamente posizionando l’asciugacapelli non troppo vicino
L’effetto potrebbe assomigliare a quello di Michelle Williams.

 

 

Come pettinare i capelli: effetto donna gangstar
-per il lavaggio e il trattamento vale la procedura elencata sopra per l’effetto brava ragazza
-unica differenza è che bisogna pettinarli tutti all’indietro (un po’ anni 80)

 

WWW.DILEI.IT