Home » prima pagina » Claviere, tragica morte di un ragazzo di 14 anni: Guariniello apre inchiesta
DRAMMATICI INCIDENTI SULLE PISTE HANNO COINVOLTO GIOVANI SCIATORI

Claviere, tragica morte di un ragazzo di 14 anni: Guariniello apre inchiesta

di ilTorinese pubblicato domenica 4 gennaio 2015

soccorsO SCI MONTAGNA

Il giovane forse è stato vittima di una sua manovra scorretta, mentre gli amici hanno seguito la pista, lui ha voluto provare quel maledetto salto perdendo l’equilibrio e precipitando su un masso

 

La polizia giudiziaria della procura di Torino ha effettuato un sopralluogo sulle piste di di Claviere dove è morto un ragazzino quattordicenne. Il pm Raffaele Guariniello ha aperto un fascicolo, al momento senza ipotesi di reato e senza indagati.

 

Era un ragazzino di 14 anni, T. M. di Chieri ed è morto sciando. Stava sciando con amici e familiari nella zona  del Colletto Verde quando  è uscito di pista tentando un salto. Ma è finito con la faccia su una roccia. I soccorritori lo hanno trasportato in elicottero all’ospedale di Pinerolo, dove è morto poco dopo l’arrivo, nonostante i medici avessero predisposto uno spostamento a Torino. Il giovane forse è stato vittima di una sua manovra scorretta, mentre gli amici hanno seguito la pista, lui ha voluto provare quel maledetto salto perdendo l’equilibrio e precipitando su un masso. La polizia sta indagando.

 

Altro incidente per un ragazzo di 11 anni, gravemente ferito mentre stava utilizzando una seggiovia. E’ stato soccorso dai volontari della Croce Rossa e dai medici del 118 e trasferito in elicottero  all’Ospedale di Cuneo. Pare sia scivolato durante lo sgancio dalla seggiovia. Non è in pericolo di vita.
   

Infine, un ragazzo di 12 anni della Valle d’Aosta è stato portato all’ospedale Regina Margherita per un altro un incidente sugli sci, sulle piste da fondo di Valsavarenche a Pont. Il giovane ha riportato un politrauma dovuto a una caduta. E’ subito immediatamente soccorso e trasportato all’Ospedale Parini di Aosta con l’elisoccorso e successivamente a Torino.

 

(Foto: archivio il Torinese)