Home » prima pagina » Città della Salute, tra Appendino e Chiamparino è concordia istituzionale
La sindaca: "Come abbiamo sempre detto in campagna elettorale sarà nostro interesse non far perdere alla Città di Torino i 250 milioni previsti dal Governo”

Città della Salute, tra Appendino e Chiamparino è concordia istituzionale

di ilTorinese pubblicato giovedì 7 luglio 2016

molinette2Sembra di essere tornati ai tempi della concordia istituzionale tra Regione e Comune, allora regnanti Ezo Ghigo in piazza Castello e Castellani (poi Chiamparino) a palazzo Civico. Ll’incontro tra la sindaca Chiara Appendino e il presidente della regione Sergio Chiamparino sulla spinosa vicenda della Città della Salute è andato liscio. Almeno a giudicare dalleappendino tg dichiarazioni della prima cittadina. “E’ stato un primo incontro istituzionale, cordiale, proficuo, utile per rappresentare le posizioni che saranno portate il 13 luglio alla cabina di regia convocata in Regione sul Parco della Salute. Come abbiamo sempre detto in campagna chiampa gofaloneelettorale sarà nostro interesse non far perdere alla Città di Torino i 250 milioni previsti dal Governo” ha dichiarato il Sindaco Appendino, a margine dell’incontro con il presidente della Regione  e l’assessore alla Sanità, Antonio Saitta. “E’ interesse della Città che l’area delle Molinette e l’area ex Avio abbiano una programmazione urbanistica coerente e comune per garantire alla Città di programmare per tempo il riutilizzo degli spazi e degli edifici” ha concluso il Sindaco di Torino, Chiara Appendino. Così mercoledì 13 luglio si riunirà la cabina di regia per il Parco della Salute. Chiamparino “c’è spazio non solo per la mediazione, ma perché la Città dica la sua fino in fondo sulle aree dato che senza la variante sull’ex Avio non si può chiudere il cerchio e mettere la firma definitiva con cui i 250 mln del Governo vengono attivati”.