Home » prima pagina » C’è la ripresina? Export in crescita, in Piemonte migliore risultato italiano: + 2,8 per cento
I mercati in cui più è cresciuto in valori assoluti l'export piemontese vanno dalla Francia alla Germania e dagli Usa all'Australia.

C’è la ripresina? Export in crescita, in Piemonte migliore risultato italiano: + 2,8 per cento

di ilTorinese pubblicato sabato 28 gennaio 2017

OPERAIO LAVOROBuone notizie in relazione al  terzo trimestre 2016:  l’export dei distretti del Piemonte è tornato a crescere, con un +2,8% tendenziale, segnando un’evoluzione migliore  rispetto al manifatturiero piemontese (+0,6% tendenziale), e  alla media dei distretti italiani che segna un -1,2% tendenziale. La fotografia è scattata  dal Monitor dei Distretti del Piemonte, realizzata dalla Direzione Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo. Secondo i dati il Piemonte è la prima regione in termini di aumento delle esportazioni in valore assoluto.  52 milioni di euro in più, quindi, per le esportazioni,  rispetto al terzo trimestre 2015, passando da 1.876 a 1.928 milioni di euro tra luglio-settembre. Scendono l’Oreficeria di Valenza (-4,6%) e il Riso di Vercelli (-4,7%), salgono gli altri settori, soprattutto il distretto del Caffè, confetterie e cioccolato torinesi (+18,5%), molto influente anche in termini assoluti (+17 milioni di euro). Francia, Germania, Stati Uniti e Australia sono i mercati in cui più è cresciuto in valori assoluti l’export piemontese.