Home » prima pagina » A Cavour è tempo di TuttoMele!
Fino a domenica 15 novembre

A Cavour è tempo di TuttoMele!

di ilTorinese pubblicato lunedì 9 novembre 2015

MELE

MELEMELE2Kermesse del gusto e dell’agricoltura di qualità

 

E’ ormai entrata nel pieno svolgimento l’edizione numero trentasei di TuttoMele la manifestazione organizzata dal Comune di Cavour e da Procavour che, a partire da sabato e sino a domenica 15 novembre, incorona il centro del Pinerolese come capitale del mondo agricolo piemontese. Nel primo fine settimana si è registrato il tutto esaurito con moltissimi visitatori provenienti non soltanto dalla Città Metropolitana di Torino e delle vicine Province di Cuneo ed Asti, ma dall’intero sistema Piemonte. L’evento, che coinvolge anche i comuni del Cifop – Bibiana, Bricherasio, Campiglione Fenile, Garzigliana, Luserna San Giovanni, Lusernetta, Osasco, Pinerolo e San Secondo – è un vero e proprio “trionfo” delle mele, come prodotto della terra di questa parte di Piemonte, del turismo agricolo, della gastronomia e delle attrezzature per la frutticoltura, coinvolgendo l’intero centro storico del paese della Rocca. Il 2015, però, per via della feroce grandinata che ha limitato la produzione, è un anno non facile. “Ma proprio perché è un anno difficile – scrive la Procavour, senza tanti peli sulla lingua – perché occorre stringere i denti, abbiamo pensato alla nostra R- Evolution per cui chi verrà si troverà un allestimento espositivo evoluto e rivoluzionato, un percorso più consono a mettere in primo piano la frutta, i prodotti e la meccanizzazione agricola e subito dopo la gastronomia, gli show cooking, i corsi di cucina, e dimostrazioni ed i corsi di visual Food e tutto quanto gira attorno al nostro prodotto, buono, sano ed a chilometri zero”. E questo senza dimenticare un’area espositiva che nulla ha ad invidiare ad una campionaria. Dunque un’occasione in più per recarsi a Cavour, tutti i giorni sino a domenica 15 novembre. Tuttomele 2015 ospita, infine, dalla Liguria il Consorzio “Arcadia” di Albenga, dalla Sardegna la pro loco di Uta (Cagliari) e dalla Sicilia la pro loco di Ribera (Agrigento).

 

Massimo Iaretti

Leggi qui le altre news: ULTIME NOTIZIE