Home » Brevi di cronaca » Caso “Cacao”, la Procura chiede la condanna di Morano
L'inchiesta partì da un esposto

Caso “Cacao”, la Procura chiede la condanna di Morano

di ilTorinese pubblicato lunedì 3 dicembre 2018

La procura  ha chiesto la condanna a 6 anni di carcere per  Alberto Morano, notaio e consigliere comunale, coinvolto con altre quattro persone in un’inchiesta che riguarda presunte irregolarità e abusi edilizi della discoteca Cacao al Valentino. L’inchiesta partì da un esposto dello stesso Morano su presunte irregolarità edilizie e nelle autorizzazioni per l’apertura della discoteca nei locali di proprietà comunale. Secondo la Procura Morano avrebbe avuto degli interessi. Sono stati chiesti  invece  4 anni e 6 mesi per l’ex consigliere comunale di centrodestra Angelo D’Amico, 4 anni e 4 mesi e 2 anni e 8 mesi per gli imprenditori Ferdinando Montalbano e Antonio Biondino, 4 anni per il gestore della discoteca Patio Davide Lunardi. Le accuse, a vario titolo, sono tentata concussione, corruzione e truffa. Secondo la difesa di Morano non esistono prove contro di lui.
   

Leggi qui le altre news: ULTIME NOTIZIE