Home » ECONOMIA E SOCIALE » Cardiologia: Rivoli e Pinerolo eccellenze regionali
A cura del Dipartimento di Epidemiologia del Servizio Sanitario Regionale del Piemonte

Cardiologia: Rivoli e Pinerolo eccellenze regionali

di ilTorinese pubblicato venerdì 13 luglio 2018

Pubblicati in questi giorni i dati del Programma Regionale di Valutazione degli Esiti degli interventi sanitari


Sono stati recentemente presentati e pubblicati sul sito della Regione Piemonte i dati di P.Re.Val.E. – Programma Regionale di Valutazione degli Esiti nell’ambito di procedure mediche e di ricovero degli interventi sanitari, curato dal Dipartimento di Epidemiologia del Servizio Sanitario Regionale del Piemonte. P.Re.Val.E. è parte integrante del Programma Nazionale di Valutazione di Esito (PNE), gestito da AgeNaS per conto del Ministero della Salute e individuato come strumento per la valutazione degli esiti delle cure del Sistema Sanitario Nazionale. Il Programma (http://95.110.213.190/prep2018/index.php) contiene le informazioni relative alle cure erogate da tutte le strutture sanitarie regionali nell’anno 2017, sulla base delle Schede di Dimissione Ospedaliera (SDO) che ciascuna redige e trasmette. I presidi ospedalieri dell’ASLTO3 (Rivoli, dove la Cardiologia è diretta dal Dott. Ferdinando Varbella, e Pinerolo, dove la Cardiologia è diretta dal Dott. Riccardo Riccardi) hanno riportato anche nel 2017 risultati eccellenti, confermando i dati pubblicati due anni or sono. In particolare le Patologie Cardiovascolari oggetto di monitoraggio sono lo Scompenso Cardiaco (con indicatori di volume e mortalità) e l’Infarto Miocardico Acuto (con indicatori di volume, mortalità e tempestività di intervento di Angioplastica Coronarica – PTCA) nell’anno 2017.Per quanto riguarda lo Scompenso Cardiaco gli ospedali di Pinerolo e Rivoli hanno trattato complessivamente 366 casi, con una mortalità molto bassa, pari al 5.74% a Pinerolo e al 6.62% a Rivoli, a fronte di una mortalità media regionale del 12.22% a 30 giorni dalla dimissione. Anche per il trattamento dell’Infarto Miocardico Acuto i numeri testimoniano l’efficacia della collaborazione e dell’integrazione dei due presidi ospedalieri, che lavorano in rete da 10 anni: 1.010 casi trattati nel 2017, di cui 306 infarti STEMI (Infarti Miocardici Acuti con Sopraslivellamento del tratto ST) che ricevono nel 91% dei casi intervento precoce di Angioplastica coronarica – PTCA.Il numero di pazienti trattati rispecchia il vasto e popoloso bacino di utenza dell’ASLTO3, che riceve nei suoi presidi ospedalieri cure tempestive e di altissimo livello: il tasso di mortalità a 30 giorni per Infarto Miocardico è del 4.82% a Rivoli (sede del Laboratorio di Emodinamica, ove si effettuano le PTCA -Angioplastiche coronariche) e del 6.54% a Pinerolo, a fronte di una media regionale dell’8.02%. Sempre a proposito di numeri, sono stati presentati al Congresso GISE, unica Società Scientifica di tutti gli Emodinamisti Italiani (https://gise.it/statistiche Nazionali) i dati di attività dei Laboratori di Emodinamica. Il Centro di Emodinamica unico ASLTO3 – A.O.U. San Luigi di Orbassano ha riportato, per il secondo anno consecutivo, dati di gran lunga superiori al resto del Piemonte, con 2841 procedure coronariche totali, di cui 1679 angioplastiche coronariche. Il totale di angioplastiche coronariche colloca il  centro tra i primi cinque in Italia sia per le procedure elettive sia per il trattamento dell’infarto miocardico, con 854 casi di cui 328 STEMI.

 

.

 

 

 

 

 

Leggi qui le altre news: ULTIME NOTIZIE