Home » Brevi di cronaca » Capodanno, “botti selvaggi” nonostante i divieti
RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Capodanno, “botti selvaggi” nonostante i divieti

di ilTorinese pubblicato martedì 1 gennaio 2019
Bello lo spettacolo dei maghi in Piazza Castello ma a pochi passi regna l’illegalità. Anche quest’anno era in vigore il divieto di esplodere petardi ecc. come cita il Regolamento per la tutela ed il benessere degli animali in città all’articolo 9 comma 23,oltre al divieto del Regolamento N.221 di Polizia Municipale il Regolamento di Polizia Municipale all’art.48 ter.Ma nonostante il divieto i botti si sono visti e sentiti in tutta Torino, nella Circoscrizione 7 a Porta Palazzo erano diversi i banchetti che li vendevano nei giorni precedenti il Capodanno e nelle strade nella notte del 31 c’era una distesa di rimasugli di petardi. In Borgo Aurora (giardini Alimonda, corso Giulio Cesare e vie limitrofe, Sponde Dora, Lavazza sui chicchi di caffè, Porta Palazzo ecc) non è andata meglio per diverse ore i botti sono stati forti e continuativi. Sembrava ci fosse la guerra, altro che i festeggiamenti per l’arrivo dell’anno nuovo. Gli animali erano spaventatissimi, compresi i miei gatti. Anche quest’anno presenterò un’interpellanza per avere chiarimenti alla Città. A cosa serve scrivere i Regolamenti se poi non si attuano?
Torino, 1 gennaio 2019
Patrizia Alessi Capogruppo FDI Circoscrizione 7
Leggi qui le altre news: ULTIME NOTIZIE