Home » LIFESTYLE » Capodanno da ballare in piazza San Carlo
ASPETTANDO IL 2015

Capodanno da ballare in piazza San Carlo

di ilTorinese pubblicato domenica 28 dicembre 2014

piazza s carlo chiese notte

Un appassionante viaggio nella storia della musica dance degli ultimi 85 anni, dallo swing americano all’elettronica berlinese

 

Torino dedica il Capodanno a un appassionante viaggio nella storia della musica dance degli ultimi 85 anni, dallo swing americano all’elettronica berlinese; una notte tutta da ballare, condotta dal Maestro Matteo Negrin. Si parte dagli anni Trenta con il Lindy Hop, il ballo swing che è stato negli Stati Uniti un vero fenomeno di massa negli anni della Grande Depressione e che oggi a Torino è tornato di gran moda tra i giovani. Ci accompagna la Gatsby Orchestra: dieci musicisti con un programma interamente dedicato alla grande era delle dancing ballroom, da Duke Ellington a Count Basie, da Jimmie Lunceford a Andy Kirck. Lo spettacolo continua con la GianPaolo Petrini Big Band. Special guest Matteo Brancaleoni, uno dei nuovi talenti della scena internazionale, con uno stile sempre più personale e definito. Ad accompagnarci nel countdown verso il 2015, Paolo Belli & la Big Band di Ballando con le stelle, con una performance che dallo swing arriva ai giorni nostri. Ma Capodanno è anche l’occasione per raccontare i grandi appuntamenti del 2015, da Torino Capitale Europea dello Sport alle principali proposte culturali di Torino per Expo. La notte si conclude con un omaggio a Torino incontra Berlino e, per suggellare il connubio delle due città, i padrini dell’Electro Swing italiano The Sweet Life Society affiancano sul palco Louie Prima, pioniere del genere in terra tedesca.